XXX edizione di Mediterranea, successo per la manifestazione dei prodotti tipici agroalimentari d’Abruzzo

Apertura alla grande per la XXX edizione di “Mediterranea” il più grande evento dei prodotti tipici agroalimentari d’Abruzzo, organizzato dalla CCIAA di Pescara.
Successo di pubblico e di apprezzamenti per la cena preparata da uno dei migliori chef della regione, Marcello Spadone (parmigiana composta di melanzane, tortello di pecorino mantecato al latticello, liquirizia e zafferano dell’Aquila e crema bruciata alla genziana con sorbetto di mandorle in brodo di finocchietto), rigorosamente a base di prodotti d’eccellenza d’Abruzzo. Accostamento sublime con i vini della cantina Ciavolich, rispettivamente rosato, pecorino e passerina, particolarmente apprezzati anche dalla delegazione di buyer esteri. “Assaggiare un eccelso rosato e poi scoprire che proviene da un vigneto di soli 4 anni di vita – ha dichiarato Franco Bottone, imprenditore tedesco – significa una sola cosa: terra eccezionale e grande capacità”. “ Conosco ed importo già alcuni vini abruzzesi – ha detto Vaclav Sevald, Repubblica Ceca – ma questi giorni in Abruzzo sono una continua grande scoperta. Ringrazio la CCIAA di Pescara ed il Centro Estero Abruzzo per averci offerto questa proficua opportunità”. Un’intensa agenda d’affari è stata organizzata, infatti, in occasione di Mediterranea, ma anche nei giorni successivi, e che coinvolge oltre 25 aziende della regione.
Tra gli ospiti della cerimonia di inaugurazione, il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, il presidente del Marina di Pescara, Riccardo Colazilli, il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini ed il Sindaco di Chieti Umberto di Primio, il quale ha evidenziato come “ in questa tre giorni si possa apprezzare il meglio dell’enogastronomia abruzzese. Credo che la nostra regione, con le sue eccellenze, possa assurgere a punto di riferimento del made in Italy – ha dichiarato Di Primio – ma dobbiamo avere la forza e la capacità di saperci confrontare fuori i confini regionali e nazionali (Mediterranea è un’ottima iniziativa in tal senso, con l’operazione di incoming di buyer), associando sempre più la nostra qualità al nostro territorio, perchè questa può essere la strada per il futuro dell’Abruzzo, sfruttando anche la straordinaria occasione che sta vivendo, l’Expo, venti milioni di persone che possono scoprire quanto siamo in grado di offrire. Penso ai Paesi dell’Est ma anche e soprattutto al grande mercato orientale in particolare la Cina, che può diventare uno dei principali ‘clienti’ per la nostra enogastronomia e non solo”.
Di grande interesse, i seminari sui grandi temi sostenuti e diffusi dall’expo, relativi all’allattamento naturale e all’alimentazione consapevole( a cura della Cooperativa La Colmera), seguitissimi soprattutto da giovani coppie e neo mamme. Dopo quello su “Latte materno, ecologico e naturale” (tenuto dalla psicologa ed ostetrica, Maria Trivelli), quello su “Salute, linea e piacere: l’educazione alimentare sostituisce la dieta restrittiva” (Giovanna D’Ostilio, biologa nutrizionista), domani, domenica 2 agosto, sarà la volta del “Dal seno al seggiolone quale alimentazione: principi e linee guida” (Dottoressa Maria Trivelli). E c’è grande attesa (pienone di prenotazioni) per altri due show cooking: quello in programma, questa sera (sabato 1 agosto) dell’Istituto alberghiero Ipssar De Cecco di Pescara, condotto dal Professore Narciso Cicchitti, tutto a base di pesce, e che vedrà gli studenti Ipssar protagonisti di una gara per chef emergenti, e per quello di chiusura (domani, domenica 2 agosto), dello chef stellato, aquilano, William Zonfa.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *