XIV edizione del Premio Letterario Internazionale “L’Aquila” intitolato a Laudomia Bonanni: vincono Bruno Galluccio (sezione A) e Maria Damiani (sezione B)

Il poeta Bruno Galluccio vincitore della “sezione A”

In un gremito auditorium del Parco si è tenuta stamattina alla presenza delle autorità civili e militari la premiazione della XIV edizione del Premio Letterario Internazionale “L’Aquila” – Bper Banca intitolato a Laudomia Bonanni impreziosita dalla presenza dell’ospite d’onore Charles Simic.

L’ospite d’onore Charles Simic

Il vincitore della “Sezione A” è stato con “La misura dello zero” (Giulio Einaudi Editore) il poeta Bruno Galluccio. Sono arrivati in finale i poeti italiani Franco Buffoni e Fabrizio Dall’Aglio; vincitrice della “Sezione B” riservata agli studenti degli istituti superiori è la giovane Maria Damiani, studentessa della seconda liceo classico dell’Aquila sezione A.

L’evento è stato condotto dall’attrice Eva Martelli e hanno fatto gli onori di casa il presidente del Premio e direttore della Bper Raffale Marola e la presidente di giuria Stefania Pezzopane. L’apertura della premiazione della XIV edizione del Premio è stata affidata a Sergio Zavoli. “Una buona scuola presuppone la conoscenza della parola – ha spiegato – ciascuno ha un proprio talento nella creazione di una poesia. La poesia non è un talento collettivo, riguarda ciascuno di noi”.

Il presidente del Premio e direttore della Bper Raffale Marola ha annunciato oggi l’edizione 2016 del Premio Laudomia Bonanni.”Questa edizione è nata in maniera diversa proprio per far partecipare i giovani che rappresentano il futuro della comunità e all’Aquila sarà una cosa molto importante. Da questa esperienza dovranno prendere degli spunti non soltanto per la poesia ma anche per l’impegno civile. Arrivederci al 2016”.

La senatrice Stefania Pezzopane, che nel suo intervento ha ricordato Mila Mariani, ha spiegato come l’organizzazione implichi un anno di lavoro. “La giuria ha letto e visionato tutti i libri che sono arrivati e ne sono stati davvero tanti. Si selezionano poi i libri, individuando i nomi più eccellenti e poi la giuria si incontra con la giuria degli studenti. Questo è un grande segnale di fiducia per i ragazzi. Poi ci sono le votazioni per decretare il vincitore”.

Raffaele Marola, Eva Martelli e Stefania Pezzopane

In particolare oltre al presidente del Premio Marola e alla presidente della Giuria Pezzopane si occupa dell’organizzazione il segretario del Premio Giuliano Tomassi. La giuria è composta da Giorgio Barbieri Squarotti, Liliana Biondi, Anna Maria Giancarli, Renato Minore, Francesco Sabatini, Marco Santagata e Sergio Zavoli.

Nella mattinata Bartolomeo Giusti ha letto le poesie vincitrici della IX edizione del premio di poesia a tema libero riservato ai detenuti dei penitenziari italianiper far sì che la loro voce varcasse la soglia del carcere.

Bartolomeo Giusti durante la lettura delle poesie vincitrici della sezione riservata ai detenuti

Ha strappato fragorosi applausi l’ospite d’onore Charles Simic che ha intrattenuto la platea con la lettura di numerose poesie di alcuni suoi libri. Il poeta Simic ha letto le poesie “Primavera”, “In cerca dell’anima gemella”, “Così presto di mattina”, “Il banchetto” ed “Il pidocchio” tratte dal suo ultimo libro che in Italia non è ancora stato tradotto.

Simic ha poi premiato la vincitrice della “sezione A” Maria Damiani che si è detta lusingata per averlo conosciuto. La studentessa ha letto al pubblico le poesie “Donna” e “Banchi di scuola”.

È stata poi la volta dei tre finalisti, poeti caratterizzati da personalità diverse fra loro. Franco Buffoni ha recitato dei versi dedicati alla Germania e una poesia sulla Costituzione; Fabrizio Dall’Aglio ha letto una poesia sugli alberi e una poesia sul suono delle chiavi per i suoi cani.

Il vincitore della “Sezione A” con “La misura dello zero” Bruno Galluccio ha letto una poesia sui neutrini. “Sono emozionato – ha detto – è un onore essere coinvolto e premiato. Il pubblico è numeroso e particolare. È molto stimolante l’interazione con i ragazzi”.

AGICA – L’Aquila, 24 ottobre 2015

La premiazione della giovane Maria Damiani, vincitrice della “sezione B”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *