Wine Tour e Premio giornalistico internazionale “WORDS OF WINE” 2015

“Nel ringraziare con riconoscenza gli organizzatori di questo Premio, attesto quanto il nostro Paese abbia, negli ultimi venti anni, fatto enormi passi avanti. Tant’è che l’Italia è in testa alla qualità del mondo. L’Abruzzo ed i suoi vini ne sono una importante testimonianza. Questo territorio è ancora integro, sano, attento all’ambiente e riesce a trasmettere cose vere”. Così Marcello Masi, direttore TG2, durante la cerimonia di premiazione della terza edizione del “Words of Wine”, e che lo ha visto ricevere il premio, insieme con il suo Vice, Rocco Tolfa, per la trasmissione “I Signori del vino”, attraverso la quale sono riusciti a far conoscere territori, vini e passione e ad aumentare la percezione dei vini abruzzesi nell’immaginario collettivo. “La nostra è una regione stupenda, è vero – ha commentato il presidente della CCIAA di Pescara, Daniele Becci, rispondendo al direttore Masi – ma il problema è che gli stessi abruzzesi non l’hanno ancora ben capito. Solo quando tutti ci crederanno sul serio, la sinergia sarà reale ed i successi garantiti”. Per la categoria Radio, il premio è andato al programma “Decanter”, in onda su Rai Radio2, per aver diffuso e valorizzato il patrimonio enoico abruzzese. A Ritirare il premio, la regista Elena Russo, direttamente dalle mani del presidente del Consorzio di tutela Vini d’Abruzzo, Tonino Verna, il quale ha esaltato il concetto di “eroismo”, citato dalla stessa Russo, in merito al lavoro svolto dai piccoli coltivatori e produttori abruzzesi che con sacrificio, dedizione e preparazione, riescono a versare nei bicchieri vini d’eccellenza. Per la categoria Quotidiani, il premio è stato consegnato a Roberto Perrone che, con le sue “Scorribande” golose, sul Corriere della Sera, ha fatto conoscere ed apprezzare le eccellenze della nostra regione. E per la stampa internazionale, è stata premiata, da Stefania Bosco, Veronika Maria Crecelius, esperta di vini e firma di punta di Weinwirtschaft che, con i suoi articoli sulla rivista Sommelier, ha contribuito alla diffusione delle eccellenze enologiche abruzzesi al di fuori dei confini nazionali. “Noi vediamo l’Italia e l’Abruzzo – ha dichiarato la giornalista – come luoghi così ricchi di risorse da non poter essere paragoniti a nessun altro Paese. Forse, dovete sviluppare un’autostima più consistente”. Cristina Mosca, delegata per le Donne del Vino, ha consegnato il premio ad Adam Gollner, scrittore e musicista canadese per il suo “Road to Abruzzo”, esperienziale racconto di viaggio tra i vigneti e le tradizioni della nostra regione, scritto per il magazine online statunitense “Saveur”. E ancora, per la categoria “magazine Italia”, ad aggiudicarsi il riconoscimento 2015, è stato Francesco D’Agostino, direttore di “Cucina & Vini”, per aver pubblicato con estrema cura, articoli sulle peculiarità vitivinicole abruzzesi. Per la categoria “Menzione speciale”, il premio è andato ad Antonio Paolini per la sua continua promozione e valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche regionali. A Gianluca Atzeni, il premio per la categoria “Online magazine Italia”, perché attraverso la rivista il gambero Rosso, si occupa attivamente di vini abruzzesi, diffondendo la percezione della loro alta qualità. A Federico De Cerchio ed Eros Durante, è stato consegnato il premio per la categoria “Innovazione digitale e marketing”. Co-fondatori della sturt-up innovativa, WineOWine, una enoteca online che seleziona etichette di alta qualità dando principale risalto ai piccoli produttori. Premi speciali, al giornalista abruzzese Pasquale Tritapepe, che si è sempre prodigato nella diffusione delle tematiche relative alla viticoltura regionale ed a due classi degli Istituti Alberghieri di Giulianova e L’Aquila per aver realizzato un elaborato sul tema “La tradizione culinaria abruzzese rivisitata in chiave moderna con abbinamento alle eccellenze vinicole del territorio”. “Words of Wine” e “Wine Tour” 2015 (conclusosi questa mattina con gli ultimi incontri b2b tra buyer esteri e aziende abruzzesi) è frutto, quest’anno, della sinergia tra Centro Estero Abruzzo, Camera di Commercio di Pescara, Consorzi di Tutela dei vini d’Abruzzo, Tullum, Ortona e Colline Teramane. “Un appuntamento – ha chiuso Tonino Verna – che va al di la del marketing, perché vuole mostrare al mondo quanto hanno da offrire il nostro Abruzzo e i nostri produttori, capaci di grandi salti di qualità permettendo al prodotto vitivinicolo di raggiungere risultati sempre più elevati”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *