Villa Oliveti Rosciano, concluso il laboratorio di musicoterapia

Più di 20 partecipanti tra bambini e adolescenti hanno vissuto per 2 mesi intense emozioni grazie ai singolari incontri condotti da Rogerio Celestino, musicista portoghese dalla pluriennale esperienza in musicoterapia polivalente e nella globalità dei linguaggi.Durante gli incontri settimanali i bambini hanno avuto l’occasione di parlare con “ l’anima dei suoni”, infatti nei suoni, nel ritmo, nel movimento e nel corpo racchiudiamo le nostre emozioni, esprimiamo noi stessi, gridiamo la nostra rabbia e la nostra energia, ciò che la parola nega afferma il corpo, la musica proprio come il nostro corpo usa il linguaggio non verbale e arriva diretto senza usare maschere e censure. L’integrazione del gruppo è stata fondamentale e la musica è stata il mezzo migliore per unire le persone, questo perché è un linguaggio universale e collettivo per tutti gli uomini della terra, il gusto musicale è condizionato dalla cultura ma i simboli archetipici al suo interno sono comuni per tutti noi. Nel gruppo di musicoterapia ogni bambino ha partecipato liberamente, senza competizione, in maniera spontanea e improvvisativa, apportando il proprio contributo alla crescita e all’evoluzione del gruppo. I prossimi incontri settimanali si svolgeranno sempre il giovedì pomeriggio e saranno quelli con il laboratorio di arti visive “Quando l’Arte annulla le distanze”a cura di Stefania Silvidii e delle volontarie ASC; L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani all’arte in modo concreto, reale e realizzabile, di sensibilizzare i giovani ad amare la bellezza, in una delle sue massime espressioni come l’arte e a diffonderla, conoscendola dalla concretezza all’esperienza. L’associazione ASC Arte Suoni Colori realizza questo entusiasmante progetto, grazie al bando 2013 del CSV di Pescara, in partnernariato con le associazioni AGESCI di Cepagatti e Z.A.C. Zona Altamente Creativa di San Giovanni Teatino (Ch) . Nei mesi di febbraio e marzo si sono svolti anche gli incontri con lo psicologo Riccardo Bucciarelli che concluderà il laboratorio”Diverso si… Ma diverso da chi?“, rivolto ai genitori , il prossimo 5 aprile. Grazie anche all’associazione Z.A.C. attraverso il laboratorio di Circo Sociale si realizzeranno, nel periodo estivo, attività di circomotricità e arti circensi, creando occasioni di protagonismo e di valorizzazione delle capacità e potenzialità espressive-relazionali dei partecipanti. Il cuore del progetto è il Comune di Rosciano, ma le attività sono rivolte anche ai residenti dei Comuni limitrofi: Nocciano, Cugnoli e Cepagatti dove non è mai stato realizzato un progetto d’integrazione come attività post-scolastiche. Qesto progetto è un percorso di interventi integrato rivolto a bambini, ragazzi e adulti con e senza disabilità attraverso attività edu/ricreative tra cui il cineforum che sarà da realizzato nel mese di giugno dai volontari dell’Agesci di Cepagatti. Inoltre saranno previste due Giornate Creative in piazza il 3 maggio a Nocciano e il 10 maggio a Cugnoli, finalizzate alla sensibilizzazione dei territori interessati dall’iniziativa. Queste giornate saranno rivolte alle famiglie che sperimenteranno diversi linguaggi espressivi e percorsi Hebert (Il metodo Hébert è stato adottato dallo scoutismo che ha nella cura della salute e della forza fisica, uno dei quattro punti fondamentali di educazione dei ragazzi )grazie ai volontari delle associazioni in rete.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *