Vasto, Inac in piazza il 16 maggio

L’Inac – Istituto nazionale assistenza cittadini il prossimo sabato 16 maggio scende nelle piazze delle Città di tutta Italia per dare vita alla nona edizione di “Inac in piazza per te”. La manifestazione nata per incontrare i cittadini e dialogare con loro sui temi di maggiore interesse sociale e previdenziale. In collaborazione con il Caf – Cia, saranno distribuiti materiali e fornite informazione su adempimenti e benefici fiscali, mentre l’associazione nazionale pensionati, presenterà la propria petizione ” Cambiare verso alle pensioni basse è tema ineludibile” e raccoglierà le firme a sostegno della stessa. In particolare, quest’anno, il Patronato promosso dalla Cia ha scelto di caratterizzare la giornata su un tema: “Alimentare i diritti, dare certezze ai cittadini”. Uno slogan che in qualche misura richiama anche ai temi che stanno caratterizzando l’Esposizione Universale in svolgimento a Milano. Proprio in relazione ad EXPO 2015 una delle piazza principali della manifestazione dell’Inac sarà il capoluogo lombardo, dove saranno presenti il Presidente Inac Antonio Barile ed il Presidente Cia Secondo Scanavino e dove nel gazebo allestito in Piazza XXV Maggio, oltre ad offrire consulenza gratuita ai cittadini, gli operatori distribuiranno migliaia di piantine da orto. In Provincia di Chieti, spiega il direttore INAC Sergio Nozzi, il gazebo sarà allestito a Vasto in piazza Diomede. Diversi gli argomenti su cui gli esperti Inac daranno spiegazioni alla popolazione: dalle pensioni di vecchiaia, a quelle anticipat e o di inabilità, dagli assegni di invalidità e assegni sociali alle prestazioni per invalidità civile, fino alle opportunità offerte ai giovani tramite i progetti di servizio civile. L’Inac prevede che saranno in molti i cittadini che avranno interesse e vorranno ricevere spiegazioni sui nuovi ammortizzatori sociali per i disoccupati, come la Naspi, infatti il tema della mancanza di lavoro, purtroppo, è drammaticamente attuale per il nostro Paese. Se si pensa che solo nel 2014 lo stato, attraverso l’Inps, ha erogato circa 2 milioni di indennità di disoccupazione. Del resto, le persone che hanno perso il lavoro, per effetto della persistente crisi occupazionale, si trovano ad affrontare diversi problemi, primo tra tutti la mancanza di reddito

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *