Vasto, “Grandinsieme” il 30 ottobre

L’educazione e la formazione di un individuo cominciano alla nascita e durano tutta la vita : questa è la matrice della giornata che si terrà a Palazzo D’Avalos di Vasto Venerdì 30 ottobre dalle 10.00 alle 20.00 con ingresso completamente gratuito .

Una giornata dedicata alla sinergia educativa che può e dovrebbe nascere tra territorio, scuole, famiglie per fare di ogni individuo un ‘capolavoro’,  poiché il benessere dei bambini e dei ragazzi, in una visione olistica , esiste là dove c’è una orchestrazione tra tutte le risorse che lo accompagnano nella crescita emotiva, fisica, spirituale  e nello sviluppo delle competenze: dal nido all’università.

Un’opportunità di riflessione per chi ogni giorno prende in carico totalmente figli e alunni, a casa , a scuola e in altri ‘luoghi’ addetti alla formazione.

Ore densissime fatte di Workshop, seminari e  laboratori organizzati, moderati dal Dott. Sergio Santoro, per dar modo ai ‘grandi’ presso la Pinacoteca di seguire input teorici delle professionalità di vari ambiti ed esperti di fama nazionale presenti, mentre i neonati, i bambini e i ragazzi potranno scegliere, negli stessi orari, nelle sale Colonna e Michelangelo,  laboratori didattici e ludici a cui partecipare. Una manifestazione del tutto gratuita e patrocinata dal Comune della città di Vasto .

Alla meraviglia della nascita si susseguono le varie tappe evolutive: tutte straordinarie, ma anche complesse.

Sarà una giornata per imparare quanto importante è coltivare il senso di appartenenza , il ricordare profumi, colori e suoni dell’infanzia per poter proseguire il cammino verso la vita adulta in modo armonioso e senza difficoltà.

L’evento è organizzato dalla Scuola dell’infanzia Paritaria L’Albero Azzurro, grazie al sostegno dei genitori che si sono resi sponsor,  in occasione del ventesimo anno scolastico  al servizio delle famiglie, dei bambini e della città.

La coordinatrice Claudia Gattella afferma  “ Tutti siamo stati bambini e forse lo siamo ancora .Credo che sia il momento della vita che più si connota di magia e anche di stupore. Conoscendone la valenza sento  da vent’anni di andare al lavoro ogni giorno come se fosse il primo , penso fortemente che  questa sensazione mi attraversi  perchè so di incontrare ogni mattina bambini diversi, in evoluzione, che cambiano da una settimana ad un’altra invogliandomi ad adeguare il mio modo di fare educazione e formazione, ricercando sempre nuove modalità . Impedendomi di fermarmi , insieme a tutto il team della scuola e continuare nella ricerca pedagogica e didattica; provocando in noi sempre la voglia di dare a tutti gli utenti :  famiglie e bambini ,  la sensazione di ‘abitare la scuola’ !

L’anniversario è l’occasione per riabbracciare tutti i piccoli già grandi che se si ripensano  nella scuola dell’infanzia  sorridono e conservano un ricordo speciale; inoltre spero diventino ore costruttive per tutti i genitori che si affacciano  al mondo della scuola e insieme ai nostri importanti ospiti riflettano sul grande tesoro che hanno tra le braccia : i loro figli !”

Dal mattino a partire dai 0 anni con la Fondazione Montessori  fino al pomeriggio con il Prof. Cesare Catà che si occuperà di studenti delle scuole superiori ed universitari si attraverserà il mondo della scuola in un viaggio guidato, ma coinvolgente, a finire la serata nel cortile del Palazzo con la Piccola orchestra undergroud e un aperitivo per tutti .

Di seguito il programma con gli ospiti e i laboratori

 

Ad ogni età sarà dedicato  un momento specifico:

Apriranno alle 10.00 i lavori il sindaco Avv. Luciano Lapenna e il Direttore Ufficio Scolastico per il Molise Dott.ssa Annapaola Sabatini .

A seguire, parlando della fascia 0- 3 anni,

l’intervento del medico pediatra Dott. Nicola Pio Squadrone che darà modo di valutare aspetti positivi e/o negativi della frequenza del nido d’infanzia, del benessere fisico e quello psichico-emotivo.

Subito dopo la testimonianza del papà Giuseppe Buono che ci racconterà di come ha vissuto il momento dell’accompagnamento di Paolo di 1 anno al nido d’infanzia

Mentre , il metodo Montessori  per bambini da 0 a 3 anni sarà esposto dalle Dottoresse  Filomena Lucci e Emma Pinerez educatrici e formatrici della fondazione Montessori Italia, esse porteranno tutte le innovazioni del metodo, dei materiali e della modalità di attuazione in funzione del benessere del bambino da 0 a 3 anni secondo   proposta montessoriana.

 

Contemporanemente per  i bambini 0-3 anni (accompagnati da nonni o altro adulto)

sala Michelangelo

una Lezione di   “musica in fasce” secondo il  metodo Gordon a cura della Prof.ssa Marilena La Palombara, insegnante della Scuola Civica Musicale di vasto,  a cui i piccolissimi ospiti possono partecipare indossando calzettoni antiscivolo

laboratorio “la scoperta del segno grafico” che vedrà i più piccoli a giocare con materiali della natura insieme alle educatrici della Scuola dell’Infanzia paritaria L’Albero Azzurro di Vasto.

 

Le attività proseguiranno per la fascia 3- 6 anni dalle 15.00 .

Cosa sappiamo di questa fascia di età con un potenziale così enorme? Cosa dovremmo sapere? Perché è così importante la scuola dell’infanzia? Sono quesiti di cui abbiamo secoli di input teorici, di metodi e risposte da tutte le scienze psicologiche, pedagogiche e neuro scientifiche,  ma un minimo comune denominatore : è necessario   aumentare e lavorare  sulla qualità dei servizi .

Il titolo del seminario dedicato è “ Una scuola accogliente, una scuola competente” ne parleranno :

Dott.ssa Concetta Delle Donne dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale di Monteodorisio redattrice di molti progetti innovativi per la prima infanzia,da sempre promotrice della visione di alunno come “persona” al centro dell’ operato della scuola. L’obiettivo  dell’ organizzazione scolastica è “il successo formativo” di ciascun bambino e ragazzo; successo non solo ‘scolastico’, ma quello che passando attraverso il ‘sapere e il ‘saper fare’ diventi il ‘saper essere’.

Dott.ssa Sandra Renzi  dirigente scolastico e dottore di ricerca in linguaggi, culture e politiche della comunicazione. Dal 2006 collabora con l’Università di Teramo ed è delegata della “Rete Universitaria per il Giorno della Memoria”.  Master di PNL svolge attività di formazione e di consulenza per i docenti, anche presso il Centro di Lingua e Cultura italiana  di Toronto. Ha svolto a lungo attività di sperimentazione nella scuola dell’infanzia e si occupa di scrittura sotto varie forme. E’ stata autrice presso la casa editrice Giunti & Lisciani dove ha curato rubriche e testi di didattica. Ha  pubblicato: “Verso il portfolio” (Cannarsa, Vasto, 2004); “Progettazione”(Cannarsa, Vasto, 2007);  il racconto per ragazzi “Astolfo nello spazio” corredato di QRcode, (Ricerche&Redazioni, Teramo, 2009).

Il presidente FISM Abruzzo Augusto Capodicasa  responsabile e coordinatore delle attività pedagogiche delle scuole paritarie in Abruzzo in cui cura in collaborazione con un team di esperti di psicopedagogia

La Dott.ssa Nadia Guardiano bibliotecaria e referente regionale del Progetto Nati per Leggere per A.I.B Abruzzo.

Nati per Leggere è un progetto che vuole disseminare e sostenere la pratica della lettura a voce alta ai bambini fin dai primi mesi di vita, in famiglia e nei luoghi sociali dell’educazione. Il progetto, attivo su tutto il territorio nazionale a partire dal 1999, è promosso dall’alleanza tra l’Associazione Culturale Pediatri (ACP); l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) ed il Centro per la salute del bambino (CSB) per favorire il benessere dei bambini, la loro sana crescita affettiva, emotiva, cognitiva attraverso le opportunità offerte da un piacevole e precoce approccio ai libri e alla lettura. L’alleanza fra i pediatri e i bibliotecari, insieme ad altri operatori coinvolti di ambito educativo, sociale e sanitario, caratterizza Nati per Leggere quale programma sociale di sostegno alle competenze genitoriali.

Durante questi seminari sempre  dalle 15.00 alle 17.00 si susseguiranno ber la fascia 3- 6 anni

sala Michelangelo:

letture ad Alta voce a Cura dei volontari  Nati per Leggere Abruzzo

English is fun!  A cura di Paola Di Lello

Sala Colonna

Laboratorio di Creta – il metodo  B.Munari a cura di Creta Rossa Vasto

Laboratorio Semigiramondo a cura delle insegnanti della scuola dell’infanzia L’Albero Azzurro

 

Laboratorio del cioccolato A cura di La dolce vita gelateria/cioccolateria

Museo Palazzo D’Avalos

15.30- 17.00  Laboratorio di geologia per bambini della scuola dell’infanzia

 

Sarà ospite per la fascia da 6 a 11 anni il Prof. Filippo Sabattini pedagogista formatore presso scuole ed enti pubblici e privati, direttore didattico del centro studi e ricerca Muovinté di Pesaro e della scuola di counseling wega formazione, collaboratore con ASPIC. Si occupa di consulenza pedagogica, educativa nei diversi contesti di vita del bambino, dell’adolescente, del giovane adulto, degli educatori e della famiglia . Nella relazione di venerdì sarà presente per approfondire la possibilità di crescita della relazione scuola-famiglia e l’emozione di riscoprirsi genitori , ruolo mai facile e spesso diventato ‘scomodo’ al mondo della scuola. La riscoperta dell’importanza di una sana ed efficace partecipazione

A parlare dell’importanza dello sport nella crescita dei ragazzi interverrà il coach della Bcc-Vasto Sergio Luise ,  alla sua prima esperienza come  guida di una squadra in un campionato così  importante come la serie B. Proviene da Caserta dove ha fatto parte dello staff tecnico della Juve Caserta, blasonata squadra della Serie A di basket ;  insieme a lui  uno dei giocatori  Marco Jankovic con esperienze in squadre di categoria superiore, giovanili con la reyer Venezia  che si trova nel suo primo anno a Vasto .

La Dirigente scolastica Dott.ssa Maria Pia Di Carlo da sempre attenta alla continuità scuola famiglia e  con tutto il territorio sarà presente per evidenziare quanto la scuola possa essere un ‘sistema’ non solo dal punto di vista teorico, se  capace di osservare e rispondere efficacemente ai bisogni formativi  di ognuno

mentre i genitori saranno impegnati in Pinacoteca,  anche ai ragazzi della scuola primaria dalle 17.00 alle 19.00 sarà data la possibilità di scegliere i laboratori a cui partecipare

Sala Michelangelo

Al cinema  con i miei amici  a cura di Francesca Saraceni dott.ssa in scienze naturali

sala Colonna

Laboratorio di arte a cura di Artibus  di Bruno Scafetta e Daniela Madonna

Petherapy A cura della dott.ssa Miriam Abate

Museo di Palazzo D’Avalos

Laboratori di storia dell’arte e di scienze  scuola primaria e media inferiore

Per i ragazzi da 13 a 20 anni e oltre

Diventare grandi non è mai facile eppure si cresce. Si arriva alle Scuole superiori e l’impegno scolastico aumenta mentre i ragazzi vorrebbero un approccio meno cattedratico delle lezioni.

Si rivolgerà a genitori e ragazzi sul come la proposta scolastica può diventare innovativa e coinvolgente pur mantenendo un piano dell’offerta formativa competitivo in ogni disciplina laProf.ssa Maria Grazia Angelini   Docente di Lettere Classiche, Dirigente Scolastica del Polo Liceale “R. Mattioli” di Vasto, da sempre attenta ai processi educativi e maturativi degli alunni e al loro benessere.

Saranno presenti anche alcuni studenti del Polo Liceale “R. Mattioli” , sezione musicale i quali  faranno da overture  alla lezione spettacolo :

“Ascolta Penelope lezione-spettacolo di  Odisseo e sui suoi amori”del Prof . Cesare Catà filosofo, insegnante e scrittore, Ha pubblicato saggi e articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali. I suoi principali ambiti di ricerca sono legati alla cultura del Rinascimento in relazione all’epoca contemporanea; alla filosofia neoplatonica; al teatro di William Shakespeare; e alla letteratura anglo-irlandese.Si è occupato di Fiabe e Mitologia nel volume “Filosofia del Fantastico” (Il Cerchio, Rimini). Direttore del Teatro di Porto San Giorgio dal 2010 al 2013, è autore di numerose riduzioni sceniche di testi letterari e di lavori drammaturgici in lingua italiana e in vernacolo marchigiano più volte rappresentati. Collabora regolarmente con vari giornali  Ha lavorato come copywriter e responsabile della Corporate Communication per aziende del territorio. Ha curato e tradotto testi dal latino, dall’inglese e dal francese per varie case editrici.  in una intervista telefonica ci spiega:”Benché sia il viaggio di un Eroe maschile, l’Odissea ruota attorno ai personaggi femminili. Penelope, in particolare, incarna l’archetipo del Nostos, la necessità del ritorno. L’assenza presente diviene motivo di indagine filosofica sul motivo dell’altro, del ricordo, della memoria che ci rende vivi e uniti agli altri. La lezione-spettacolo propone una serie di interpretazioni attoriali e analisi critiche di passi omerici e di riscritture moderne dell’opera, da Dante a Tennyson, da Kavafis a James Joyce e Cesare Pavese”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *