Un Mosaico per Tornareccio, vince Renata Minuto

Per la prima volta, è una donna la vincitrice dell’ottava edizione di Un Mosaico per Tornareccio: si tratta dell’artista ligure Renata Minuto. Con 103 voti, il suo bozzetto “L’Ape e la Tartaruga” è quello che ha ottenuto la maggioranza dei consensi espressi dalla giuria popolare (548 voti) e da quella tecnica, chiamate a scegliere tra ventisette bozzetti in gara realizzati da artisti selezionati da Carlo Fabrizio Carli, il critico d’arte che ha curato quest’edizione. Come da regolamento, l’anno prossimo la sua opera sarà trasformata in mosaico che andrà ad aggiungersi ai sessantatrè già attualmente visibili sulle case del paese. Renata Minuto, inoltre, nel 2014 avrà diritto anche ad una mostra personale. La realizzazione di altri nuovi mosaici l’anno prossimo dipenderà, come sempre, da eventuali finanziatori che si manifesteranno nei prossimi mesi: quanti sono interessati possono contattare l’associazione Amici del Mosaico Artistico (recapiti sul sito www.unmosaicopertornareccio.it). 

L’annuncio del vincitore sarà comunicato sabato 31 agosto 2013, nell’ambito della cerimonia conclusiva dell’ottava edizione di Un Mosaico per Tornareccio, la rassegna d’arte ideata dal mecenate Alfredo Paglione che sta trasformando il borgo in provincia di Chieti in un museo a cielo aperto fatto di mosaici installati sulle facciate delle case. L’appuntamento è alle 17.30 presso la sala polifunzionale “Remo Gaspari” in viale don Bosco a Tornareccio. Alla cerimonia interverranno Alfredo Paglione e Stefano Di Stasio, il vincitore dell’edizione 2012, che sarà premiato. Inoltre, saranno consegnati gli attestati di partecipazione ai corsisti della Scuola di Mosaico, corso avanzato, in svolgimento in questi giorni a Tornareccio, tenuta da Marco Santi, del Gruppo Mosaicisti di Ravenna. Infine, i visitatori potranno ammirare anche i nuovi mosaici installati nelle settimane scorse in varie strade del paese. Promossa dall’Associazione Amici del Mosaico Artistico di Tornareccio, la rassegna conta sul sostegno di Regione Abruzzo Assessorato alle Politiche Culturali, Comune di Tornareccio, Fondazione Carichieti, Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina, e gode del patrocinio di Università “d’Annunzio” Chieti-Pescara, Crocevia Fondazione Alfredo e Teresita Paglione, e associazione Le Città del Miele.

Renata Minuto, la prima donna ad ottenere una committenza in Vaticano

Nata a Savona, Renata Minuto svolge la sua attività tra Savona, Albisola e Roma. La prima mostra di pittura è nel 1957 ad Albisola, da “Checchin”, ritrovo abituale degli artisti Lam, Jorn, Sassu, Fontana, Garelli, Fabbri. Da allora l’impegno costante e la professionalità sono diventate il comune denominatore di tutte le sue opere realizzate in pittura, ceramica e vetro. Renata Minuto ha dedicato ai grandi Papi savonesi, Sisto IV e Giulio II Della Rovere, tre importanti mostre. Di particolare importanza la mostra allestita nel 1992 in onore di Cristoforo Colombo, per il 500esimo anniversario della scoperta dell’America. In occasione del Grande Giubileo dell’Anno 2000 l’artista ha allestito nel Chiostro della Cattedrale e nella Cappella di Savona la mostra: “Gli stemmi dei Papi dei Giubilei”, che nel 2001 ha partecipato anche alla III Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea Città di Firenze. Un lavoro di grande rilevanza è il pannello in ceramica “Madonna della Misericordia di Savona”, collocato nel Giardini del Vaticano e offerto al Pontefice Giovanni Paolo II nel 1995. Renata Minuto è la prima donna ad avere avuto una committenza dal Vaticano nell’Anno Internazionale della Donna (1995).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *