Treno-trekking alle Gole di San Venanzio

Treno-trekking Gole San Venanzio
sabato 13 dicembre
Natura, storia, sacro… con un assaggio di speleo-archeologia!

Il fiume Aterno nasce dai Monti della Laga, scorre lungo la conca aquilana e, dopo aver attraversato le gole di San Venanzio, raggiunge la Valle Peligna nei pressi di Raiano. Scende lungo le gole con cascate spumeggianti alternate a piccole conche e pozze trasparenti, fra pareti rocciose strette ed altissime che si sviluppano per circa 5 Km, separando nettamente il Monte Urano (1063 m), sulla destra orografica del fiume, dal Monte Mentino (1164 m).
Il nostro itinerario parte dalla stazione di Raiano e segue per un tratto l’antico acquedotto di epoca romana, opera idraulica di squisita fattura, costruita nella prima età imperiale, interamente scavata nella roccia dei fianchi del monte Urano, per portare l’acqua dalle sorgenti di Molina all’antico centro Raianum e a Corfinium, antica capitale italica. Ormai in disuso, è diventato un interessante percorso speleo di bassa difficoltà e grande suggestione. Con una frontale è possibile entrare nella galleria attraverso uno dei 134! sfiatatoi del condotto (le cosiddette “uccole”).
Si scende poi fino all’eremo quattrocentesco di San Venanzio, uno dei più suggestivi e ben conservati luoghi sacri del centro Italia, costruito su un ardito ponte sul fiume Aterno fra le sponde rocciose della gola. La chiesa, meta di frequenti pellegrinaggi, è dedicata al giovane Venanzio, santo martire, il culto del quale è ancora oggi molto sentito dai fedeli, che qui accorrono un po’ da tutto l’Abruzzo, e si lega a un’antica tradizione che vuole riconoscere in alcuni segni impressi nella roccia le impronte stesse del Santo.
Dopo la seduta di litoterapia nell’originario nucleo del luogo di culto, si torna indietro costeggiando il corso del fiume e passando per i ruderi del vecchio mulino… per ripartire in treno.

Percorso: Percorso di facile percorrenza ma avventuroso!
Dislivello: ca. 200 m
Difficoltà: E

Equipaggiamento necessario
Zaino con spallacci, abbigliamento a strati, scarponi da trekking (o almeno scarpe da ginnastica con suola scolpita), macchina fotografica, borraccia, pranzo al sacco… e lampada frontale o torcia.

Puoi prenotare fino a…
Entro le ore 20.00 di venerdì 12 dicembre.

Dove ci incontriamo?
Appuntamento alle ore 10.30 alla stazione di Sulmona (AQ).
Orario di rientro: primo pomeriggio.

Per chi volesse arrivare in treno a Sulmona, qualche suggerimento:
treno regionale TERAMO/SULMONA 6.26/9.12
treno regionale GIULIANOVA/PESCARA C./CHIETI/SULMONA 8.08/9.21/9.35/10.24
treno regionale L’AQUILA/RAIANO 9.27/10.13
Recensioni di chi ha fatto questa attività

Costo dell’attività
€ 15,00 a persona (bambini fino a 12 anni compresi gratis),
€ 3,80 a persona per il biglietto A/R del treno.
Minimo 10 persone.

Dove dormire
Se vuoi, puoi trascorrere un bel weekend nei parchi abruzzesi e partecipare anche all’escursione di domenica 14 dicembre, pernottando in uno dei paesi della zona (Sulmona, Pratola Peligna, Popoli, Tocco da Casauria).

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
AMM Luciano Ruggieri 3463541731 – 3397320568 (Claudia)
info@abruzzoparks.it http://www.abruzzoparks.it
fb. Abruzzo Parks

Submitted by Abruzzo Parks

P1140071-Copia

Print Friendly, PDF & Email