Teramo, teatro: torna Scena d’Autunno

Scena d’Autunno è l’appuntamento teramano di stagione con novità italiane e anteprime di giovani talenti abruzzesi affermati e emergenti. Una Rassegna ormai giunta alla sua diciottesima edizione, seguita da un pubblico affezionato e vario. Curiosità e novità italiane sono gli ingredienti fondamentali di Scena d’Autunno, che presenta teatrodanza, cinema, teatro da camera e altro…a Spazio Tre Teatro in via Cona 101

La nostra XVIII edizione quest’ anno si sviluppa nei mesi di novembre e dicembre attraverso una performance didattica di teatrodanza, delle proiezioni cinematografiche, rare e inedite, di fiabe dei fratelli Grimm a 200 anni dalla loro prima pubblicazione e a conclusione la lettura scenica di due atti unici di Luigi Pirandello.

La Rassegna prende il via a Spazio Tre Teatro Venerdì 23 Novembre, con una performance didattica di teatrodanza:
…IN QUEL CAMPO APERTO – Palestra mobile diretta da Piergiuseppe Di Tanno
Gli incontri intendono offrire la possibilità della scoperta di una lingua per mezzo della sua pratica: cosa accade in quello spazio generato dalla musica quando è attraversato da un corpo? L’ascolto crea uno spazio nel quale io penetro e allo stesso tempo sono penetrato: dove si installa l’azione fisica? In quale momento è possibile iniziare a danzare? Il laboratorio è offerto ad attori, danzatori e in generale a persone che abbiano un’educazione teatrale e che vogliano focalizzare il proprio viaggio verso la sperimentazione della lingua parlata dal corpo. Perché non tutti possono diventare danzatori. Ma tutti possono danzare.
PierGiuseppe Di Tanno, nato a Teramo, dopo aver frequentato i Corsi di recitazione di Spazio Tre con Silvio Araclio, si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma nel 2006. Lavora in questi anni, tra gli altri, con Lorenzo Salveti, Piero Maccarinelli, J.S.Sinisterra, Sergej Tcherkasskij, Paolo Magelli, Toni Cafiero, Giancarlo Sepe, Marcello Magni, Massimo Di Michele, Marco Carniti, Juan Diego Puerta Lopez. Dal 2007 collabora intensamente con il Teatro Nazionale Croato ‘Ivan pl. Zaic’ di Rijeka. Al cinema ha partecipato di recente a “Venti Sigarette” di Aureliano Amadei, e a “Diaz-don’t clean up this blood” di Daniele Vicari. Il suo è un percorso di contaminazione: un’indagine tra il corpo e la parola, il teatro e la danza. Cura inoltre la preparazione fisica di diverse compagnie (Theatre La Balsamine di Bruxelles e IBB Sehir Tiyatrolari, Istanbul). Due le sue regie: “W>>Intern”, presentato a Teramo all’interno del Maggiofest 2011, e “People look like they are dancing before love”, che ha debuttato l’estate scorsa commissionato dal comune di Roma per i musei di Villa Torlonia.

(Giorni e orari: Venerdì 23 novembre ore 21.00 / 23.00; Sabato 24 novembre ore 10.30 / 13.00 e 14.30/17.30; Domenica 25 novembre ore 10.30 / 13.00 e 14.30/17.30-Spazio Tre Teatro)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *