Teramo, prima edizione del Festival della Follia dall’11 al 14 settembre

da un’idea di Marcello Veneziani

A Teramo il primo festival nazionale della follia.

Dedicato ai folli, agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.

Dedicato agli artisti, agli scrittori, ai registi, agli studiosi che si sono cimentati attraverso intelligenze e linguaggi diversi sulla follia.

Quattro giorni di incontri nel cuore della città dei matti, Teramo, per stanare quel che di folle resta nelle pieghe dei discorsi, nella storia, nei gesti, nei miseri resti del suo imponente ex manicomio da tempo abbandonato, in attesa che quel patrimonio architettonico, insieme al tesoro di sofferenze e umanità che accoglieva, possa essere recuperato.

Il 1° Festival della Follia nasce da un’idea: scardinare il tabù che riguarda la follia e proporre un approccio multidisciplinare al tema attraverso una contaminazione di saperi, per cogliere sia il suo aspetto creativo, inteso come rottura degli schemi, sguardo lungimirante, capacità di modificare il reale, sia il suo aspetto medico-terapeutico, indagando i nuovi strumenti di approccio alla malattia mentale e i tentativi di intenderla non più solo come oggetto di cura, ma anche come risorsa e opportunità.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *