Teramo, presentazione “La chiesa dei Cappuccini di Teramo tra storia e arte” il 26 marzo

Giovedì 26 marzo alle ore 18,00, presso la chiesa dei Cappuccini di Teramo, sarà presentato il volume “La chiesa dei Cappuccini di Teramo tra storia e arte” di Carla Tarquini con prefazione di Fausto Eugeni e foto di Vincenzo Ammazzalorso. Introduce la serata il Vescovo mons. Michele Seccia. Intervengono Paola Di Felice direttore del Polo Museale di Teramo e Marcello Sgattoni storico e saggista. Coordina Gino Mecca Ufiicio Stampa Diocesi Teramo-Atri. Il libro ripercorre le vicende storico-artistiche di una chiesa che è tra le più amate della città. Si parte dalla ipotetica data di costruzione dell’edificio e dall’avvicendarsi nel convento di vari ordini religiosi, si seguono le modifiche via via apportate alle strutture interne ed esterne della chiesa e il suo arricchirsi progressivo di opere e di arredi. Si arriva ai giorni nostri quando le modifiche interessano soprattutto il tetto e la volta dell’edificio sacro e il suo contesto esterno. Una particolare attenzione è riservata nel libro alle soppressioni, cioè alle cacciate dei Cappuccini dal loro convento nel primo decennio dell’Ottocento e, successivamente, nel periodo post-unitario, allorché si levarono, inascoltate, le voci delle vittime di quelle soppressioni. “Il primo rilevante risultato di questo studio – scrive Fausto Eugeni nella sua Prefazione – è la ricomposizione a sintesi di tante fonti sparse e la costruzione di una cronologia degli eventi chiara e “certificata”, emendata da tanti luoghi comuni che una pigra aneddotica aveva trasmesso. Corretti dunque molti errori e colmata tutta una serie di vuoti storici, il racconto si sviluppa lungo il corso dei secoli, a partire dall’esame delle diverse ipotesi circa la data di costruzione dell’edificio”. PROFILO DELL’AUTORE – Carla Tarquini, nata ad Arsita (Teramo), laureata in Lettere e Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano, già docente di Italiano e Latino presso il Liceo Scientifico “A. Einstein” di Teramo, dal 2001 ha iniziato a collaborare con alcuni periodici locali e dal 2003 si occupa stabilmente di cultura per il settimanale “L’araldo abruzzese”. Ha pubblicato i saggi: Don Giovanni Saverioni, il prete di campagna che salvò “l’Araldo” (nel volume miscellaneo Cento anni di Araldo Abruzzese, Edigrafital, Teramo 2004); Un miracolo di Chiesa – S. Maria del Carmine, Edizione L’araldo abruzzese, Teramo 2009; La chiesa dell’Annunziata – Un esempio di arte barocca a Teramo, Edizione L’araldo abruzzese, Teramo 2010; S. Maria in Cartecchio – Una storia lunga Cinquecento anni (nel volume miscellaneo Cinquecento anni di storia e di fede, Edizioni Palumbi, Teramo 2013). Amante della fotografia, esegue personalmente i servizi fotografici per i suoi lavori e ha edito “in proprio”, tra il 2006 e il 2015, una serie di Diari di viaggio riccamente illustrati che costituiscono un ideale Gran Tour dell’autrice.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *