Teramo, presentata la rassegna di teatro contemporaneo e danza di ricerca e d’autore ELECTA PUBLIC OFF

Si è tenuta questa mattina, Giovedì 22 ottobre alle ore 11.00, c/o la Sala Consiliare del Comune di Teramo la conferenza stampa  per la presentazione di Electa Public Off la nuova rassegna di teatro contemporaneo e danza emergente e d’autore che prenderà il via il 5 novembre alle ore 21.00 al Teatro Spazio Electa di Teramo, organizzata e promossa dall’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo e ideata da Eleonora Coccagna e Antonia Renzella. Una stagione ricca di appuntamenti, con oltre 20 date in cartellone e una novità assoluta per gli appassionati di teatro, perché per la prima volta il Teatro Spazio Electa si apre alle residenze artistiche teatrali ospitando giovani compagnie di teatro contemporaneo e proponendo spettacoli in anteprima, debutti e work in progress che privilegiano la contemporaneità dei nuovi linguaggi della scena. Hanno preso parte alla conferenza stampa Francesca Lucantoni Assessore alla cultura del Comune di Teramo, Federico Fiorenza Presidente dell’ACS, Eleonora Coccagna Direttrice Artistica per la danza, Antonia Renzella Direttrice Artistica per il teatro, Simone Gambacorta giornalista, scrittore e critico, Serena Mattace Raso attrice e Amelia Gattone Rubicini Presidente dell’Unicef per la Provincia di Teramo. Ad aprire la conferenza stampa è l’Assessore Lucantoni che elogia l’iniziativa promossa dall’ACS nel portare il teatro contemporaneo in una città che ne è ancora troppo a digiuno. Il Presidente Fiorenza sottolinea come Teramo sia un faro della danza in Abruzzo ma anche nella formazione della cultura teatrale in regione e pertanto dice che:” la costituzione di un Circuito Regionale come ACS, che ha aperto le porte a tanti teatri sparsi su tutto il territorio, perché ACS organizza le stagioni teatrali di tanti teatri tra i quali anche quella del Maruccino, di Ortona e anche di realtà aquilane dalle più grandi alle più piccole, contribuirà, non appena verranno elargiti i giusti contributi, anche a creare posti di lavoro per i giovani artisti e ragazzi che vogliono inserirsi nel mondo dello spettacolo dal vivo”. Antonia Renzella parla invece della stagione di teatro contemporaneo partendo dal nome della stagione stessa:” Il nome fa strizzare l’occhio alla parola OFF” dice “come a sottolineare l’apertura agli artisti e per gli artisti. Artisti giovani ed eclettici che ci accompagneranno in questa rassegna come Caroline Pagani attrice ed autrice che ha all’attivo la vincita di tanti prestigiosi premi, dalla personalità unica e frizzante o Massimo Sgorbani, che presenta Serena Mattace Raso, un autore interessantissimo, con una scrittura forte e cruda che rapisce chi ascolta. Ma non mancheranno commedie divertenti come Funeral Party o Come ammazzare la maglie e il marito senza tanti perchè, un classico di Amurri che continua a far ridere il pubblico dagli anni settanta fino ad oggi” e prosegue:” ci saranno anche i grandi classici che ci accompagnano fin dal liceo come Pirandello o Eschilo con Le Eumenidi, insomma un teatro contemporaneo per tutti i gusti”. Eleonora Coccagna dopo essersi detta felicissima di avere un Presidente come Fiorenza che ha scritto la storia del teatro italiano, potendo vantare un curriculum invidiabilissimo, sottolinea come Electa Public Off sia già una vittoria prima ancora di debuttare, infatti dice:”abbiamo avuto una richiesta grandissima di residenze artistiche, da parte di tante compagnie. Le residenze artistiche sono una grande opportunità per i giovani che, per un periodo di tempo si trasferiscono a Teramo a perfezionare le loro produzioni, per poi presentarle al grande pubblico”. A parlare invece del GOP, la novità assoluta inserita nell’ambito della rassegna è il giornalista Simone Gambacorta:”Gop sta per gruppo osservatore permanente, ciò che sta alla base dell’idea è quella di far assistere un gruppo di esperti alla performance di autori che, dopo averla visionata, si riuniscono con glia Artisti in una stanza dedicata per dare loro un feedback” sottolinea però che ”l’intento del gruppo non è quello di giudicare l’operato dell’artista, ma è quello di dare all’artista un parere schietto ed onesto da parte di esperti di nuovi linguaggi dell’arte, avviare un confronto sulle scelte di stile, sulle soluzioni drammaturgiche, per dare nuova linfa, nuovo stimolo e supporto alle creazioni, base per il miglioramento delle performance esito della residenza artistica presso il Teatro Spazio Electa”. E, infine, presenta l’intero gruppo del GOP: Simone Gambacorta (giornalista, scrittore e critico), Marco Chiarini (regista cinematografico) e Dimitri Bosi (direttore di Cineforum Teramo) ideatori del Festival Cineramnia; Martina Lolli (critica e curatrice d’arte), Anna Colaiacomo (insegnante con esperienze e competenze nelle discipline teatrali in ambito didattico), Gianni Melozzi (direttore artistico), Gian Franco Manetta (regista e scrittore), Serena Mattace Raso (attrice e regista teatrale), Francesca La Cava (Coreografa), Rolando Macrini (regista teatrale), Alessandro Giovannucci (docente universitario in Musica e Comunicazione), Alberto Melarangelo (docente di storia dell’arte e critico), Paola Di Felice (direttore del Polo Museale di Teramo). Electa Public Off diventa così una vetrina delle nuove tendenze della scena, dai linguaggi teatrali della drammaturgia contemporanea alla danza d’autore. Una stagione che non vuole essere ad appannaggio esclusivo di un elite ristretta ma che vuole aprirsi al grande pubblico, portando sulla scena spettacoli che soddisfino i gusti e le esigenze di tutti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *