Teramo, in scena “Le cose sottili nell’aria” il 28 e il 29 dicembre

Dopo mesi di intenso lavoro è  pronta a debuttare la nuova produzione della brava e appassionata attrice e regista teramana Serena Mattace Raso. Una doppia replica, organizzata dell’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, per concludere in bellezza il 2015 del Teatro Spazio Eletca, il 28 e il 29 dicembre alle 21.00 in scena “Le cose sottili nell’aria”, tratto dal lavoro di uno degli autori più interessanti del panorama teatrale italiano: Massimo Sgorbani.

Lo spettacolo racconta una storia che emoziona, che  coinvolge e che sconvolge allo stesso tempo e che mette bene in evidenza come, davanti a vicende umane tanto difficili quanto tormentate, sia impossibile esprimere un giudizio.

Serena Mattace Raso

Una madre, un figlio e, fra loro, un bombardamento di messaggi audiovisivi a cui tutti siamo esposti sin dalla nascita: stimoli sensoriali che non danno il tempo di una elaborazione e che fanno galleggiare i reali sentimenti ed i ricordi fra carcasse di impressioni frammentarie, superficiali e violente. Questo uno dei temi, forse il tema di “ Le cose sottili nell’ aria”. Un dialogo indiretto – o un incrocio di monologhi – tra una madre affettivamente inaridita, incapace persino di dare pietà al marito consumato per trent’anni da un cancro all’intestino, tradito con un commesso del negozio in cui la donna lavorava e il figlio ritardato, ammazzato di botte da qualche bullo di quartiere per via della sua abitudine di masturbarsi davanti a dei bambini. Un’ istantanea di ordinaria incomunicabilità quotidiana, di vite schiacciate dalla comunicazione di massa.

Sul palco ad accompagnare Serena Mattace Raso, gli attori Paolo Ciccone e Antonietta Narcisi e, le musiche di Lino Pasquarelli.

Serena Mattace Raso, attrice diplomata all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, prima classificata al concorso teatrale femminile “La parola e il Gesto”, ha lavorato in: “Dona Flor e i suoi due mariti” per la regia di Emanuela Giordano nel ruolo di Dona Rozilda; “Romeo e Giulietta” di Shakespeare per la regia di Giuseppe Marini nel ruolo della Balia; “Cara professoressa” di Valerio Binasco come assistente alla regia; ne “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi per la regia di Silvio Araclio come aiuto regista; “Non ti conosco più” di A. De Benedetti per la regia di Gigi Proietti, produzione del TSA;  “Le Troiane” di Euripide per la regia di Mario Gas nel ruolo della Corifea, produzione del Teatro Greco di Siracusa; “Lisistrata” di Aristofane per la regia di Mauro Avogadro nel ruolo di Mirrina. Come regista  esordisce nel 2013 con lo spettacolo “ Una notte” presso il Teatro Spazio Electa di Teramo, seguito da “ E’ stato così” , libero adattamento dell’ omonimo romanzo di Natalia Ginzburg, e da “ Le cose sottili nell’ aria” di Massimo Sgorbani.

 

Info e biglietteria

Teatro Spazio Electa

Via Fedele De Paulis 9/a 64100 Teramo

www.acsabruzzo.it

 

Biglietto Intero €10.00; Biglietto ridotto €8.00*

I biglietti possono essere acquistati c/o il botteghino del Teatro o sul sito www.i-ticket.it

 

*Le riduzioni sono accordate ad over 65, studenti universitari (previa presentazione del libretto universitario), e gruppi composti da minimo 10 persone.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *