Teramo: il teatro piange la scomparsa di Elvano Alberico

Elvano Alberico, nel ruolo di Prospero ne La Tempesta di W. Shakespeare, regia di Silvio Araclio.
Foto Paolo Araclio

Spazio Tre comunica la scomparsa di Elvano Alberico, tra le figure più importanti del panorama teatrale abruzzese tra gli anni ’60 e gli anni ’80. E’stato tra i fondatori della Compagnia Teatrale Spazio Tre e interprete magistrale di spettacoli che hanno fatto la storia del Teatro di Ricerca in Abruzzo e non solo.

Nota biografica.
Elvano Alberico inizia come attore in una Compagnia amatoriale a Teramo tra gli anni ’50 e ’60, tra i suoi compagni di lavoro Nella Bartoli, Renato De Carmine e Giorgio Bandini… E’ tra i fondatori del Teatro Popolare. Memorabile resta la sua interpretazione de Il Mercante ne L’Eccezione e la regola di B. Brecht. Successivamente nel 1974 entra a far parte della giovane Compagnia teramana Teatro Sperimentale Teramo che da allora prende nome di Teatro Come e successivamente Spazio Tre. E’ protagonista degli spettacoli più significativi della giovane Compagnia teramana portando al successo Cuor di pietra e Papopoli di L. Paesani, La tempesta di W. Shakespeare, Ubu Re di A. Jarry, , Il Drago di E. Schwartz, La Prova di Marivaux, Malinconia d’amore di T. Tasso etc, I Cenci di Artaud, Giallo Cromo di G. Falzoni etc.. Tra il 1974 e il 1986 partecipa alla grande avventura teatrale che vede protagonista in Abruzzo la Compagnia Spazio Tre diretta da Silvio Araclio.

P.S.: A metà degli anni ’80 Elvano Alberico si dedica completamente alla sua attività di squisito albergatore. Infatti è stato il fondatore e proprietario dell’Hotel Sporting a Teramo.

Siamo certi comunque per l’amore che portava al Teatro e per quanto ha dato con la sua esperienza e i suoi consigli a tutti noi che voglia essere ricordato soprattutto come ATTORE.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *