Teramo, Giorno della memoria organizzata dall’Università il 27 gennaio

La scrittrice israeliana Judith Katzir e la portavoce dell’ambasciata d’Israele in Italia Amit Zarouk parteciperanno, mercoledì 27 gennaio, alle iniziative per il Giorno della memoria organizzate dall’Università di Teramo in Aula Magna alle quali parteciperanno circa 1.000 studenti delle scuole superiori dell’Abruzzo. L’Università di Teramo una delle sedi più attive della Rete Universitaria per il Giorno della memoria costituitasi nel 2011 – ha interpretato i valori raccolti nella legge istitutiva del Giorno della memoria non solo celebrandone la ricorrenza, ma anche istituendo cinque Corsi di Storia e Didattica della Shoah, l’ultimo dei quali, lo scorso ottobre, inaugurato alla presenza dell’ambasciatore d’Israele in Italia. Il programma dell’edizione 2016 del Giorno della Memoria dal titolo ‘La parola ebreo’ è stato condiviso con l’Ufficio Scolastico Regionale (USR), con l’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea (IASRIC), con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e con l’Ambasciata d’Israele in Italia. Dopo i saluti del rettore Luciano D’Amico, del portavoce dell’Ambasciata d’Israele Amit Zarouk, del direttore dell’USR Ernesto Pellecchia e del presidente dell’IASRIC Carlo Fonzi, interverranno: Raffaella Morselli e Paolo Coen, docenti di Scienze della comunicazione che illustreranno le ragioni dell’incontro; Andrea Sangiovanni, storico dell’Ateneo che parlerà di Shoah: la storia, le memorie e le narrazioni di un evento indicibile; la scrittrice Judith Katzir con un contributo dal titolo Dai diari di Anna Frank a carissima Anna: Israele, la letteratura e la memoria della Shoah. Dopo gli interventi degli studenti, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta dal maestro Marcello Bufalini eseguirà La sinfonia n.2 di Kurt Weill il celebre autore – insieme a Bertolt Brecht – dell’Opera da tre soldi, di Ascesa e caduta di Mahagonny e di altre importanti opere del teatro musicale tedesco, costretto all’esilio a causa delle leggi e delle persecuzioni razziali naziste del 1933. Anche gli allievi del Liceo musicale di L’Aquila interverranno nel corso della mattinata con brani a tema selezionati da David Adacher e Alessandro Giovannucci. Al termine dell’incontro gli studenti saranno ospitati nella mensa del Campus universitario e nel pomeriggio seguiranno un seminario di orientamento tenuto da Christian Corsi, delegato del Rettore all’Orientamento e al Placement.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *