Teramo, finale II edizione del Premio Outlet il 19 febbraio

E’ prevista per venerdì 19 febbraio al Teatro Spazio Electa a partire dalle ore 21.00 la finale che decreterà il vincitore della III edizione del Premio Outlet dedicato ai giovani coreografi italiani, un appuntamento che porta la firma ACS Abruzzo Circuito Spettacolo.

Dopo aver visionato tantissimi lavori arrivati da ogni parte d’ Italia, la giuria ha decretato che, i progetti finalisti considerati i più interessanti dal punto di vista dell’originalità, dell’idea coreografica e della capacità progettuale sono quelli de il Collettivo Piratejenny con la loro performance Cheerleaders e la Compagnia Dancewoods con Litost – The Otherness, nel corso della serata il pubblico assisterà, oltre che ai due spettacoli dei finalisti, anche alla performance di Irene Russolillo della Compagnia Aldes, vincitrice della I edizione del Premio Outlet, con lo spettacolo A Loan – Versione Off.

Il Collettivo è composto da: Elisa Ferrari, Davide Manico e Sara Catellani, vincitori del bando Cantiere Campsirago 14/16, della Rassengna Presente/Futuro organizzata dal Teatro Libero di Palermo e del Bando Upnea di nudo e crudo teatro e finalisti di importanti premi come il Premio Equilibrio di Roma. Cheerleaders è frutto di uno studio che proseguirà nei mesi a venire, per arrivare poi alla versione definitiva e rappresenta un concetto astratto che funge da contenitore tematico capace di raccogliere da un lato la necessità umana di auto-incitamento e dall’altro di rispondere al bisogno di appartenenza e identificazione ad un gruppo, per farlo è stata usata la metafora della tifoseria professionale che permettere di interrogare il corpo su una molteplicità di aspetti collettivi. A livello di struttura questo concetto viene sviluppato attraverso un device scenico interattivo in cui performer e spettatori condividono in egual misura la responsabilità dell’esito performativo. I danzatori garantiscono il dispiegarsi del flusso coreografico anche grazie all’ausilio di una serie di innesti teatrali e coreografici che ad ogni emersione acquisiscono nuova forma, restituendo al pubblico derive ogni volta differenti per stato, ritmica e significato. Il risultato è quello di una struttura grafica, abitata da sfumature realistiche che, decontestualizzate, assumono paradossalmente un carattere a tratti grottesco.

Litost – the otherness nasce, invece, da un’idea coreografica di Marianna Miozzo che ne è anche l’interprete. Nella performance il muro è ciò che esprime il paradosso insito nell’ordine delle cose, la metafora dello scarto, della distanza esistente tra due esseri umani, due popoli, tra il corpo e la parola, l’immagine e la materia. Il movimento escogita una fuga da un discorso surreale e fantastico in cui emerge il profilo di un’umanità dedita alla costruzione di muri come opera principale della civiltà. Ne emerge un oggetto muro perturbante, caricato dalle angosce e dalle frenesie di un’ intera società, con cui la partitura coreografica della danzatrice tesse un legame e,allo stesso tempo cerca di evadere verso una dimensione altra. Il progetto è nato da una prima residenza presso il collettivo di artisti Sign6 a Bruxelles. Successivamente il lavoro è proseguito all’interno del programma IFA Accademy2014 presso INTEATRO a Polverigi e, nel settembre 2014, ha avuto l’appoggio di Anticorpi e Cantieri Danza durante il percorso formativo Nuove Traiettorie a Ravenna, all’interno del Festival Ammutinamenti.

La giuria che decreterà il vincitore della III edizione del Premio Outlet sarà presieduta da Gerarda Ventura direttrice artistica di Anghiari Dance Hub, il nuovo progetto di promozione dei giovani autori della danza, dal 2010 coordinatrice del Premio Equilibrio per la coreografia contemporanea italiana, organizzato dalla Fondazione Musica per Roma. Insieme a leiRoberta Nicolai, autrice teatrale, regista e direttore artistico del Festival Teatri di Vetro di Roma e del progetto OFFicINa, dirige il Triangolo Scaleno teatro di Roma. Insieme a loro a decretare il vincitore ci saranno anche Eleonora Coccagna, direttore dell’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo e Francesca La Cava, danzatrice, coreografa e docente di tecniche della danza contemporanea presso il Liceo Coreutico Delfico Montauti di Teramo. Tra il pubblico, inoltre, siederà un ospite davvero speciale: Elsa Piperno la “Pioniera della danza moderna” tutt’oggi considerata la più grande insegnante della danza moderna mai avuta in Italia e fondatrice nel 1972, insieme a Joseph Fontano, del Centro Professionale di Danza Contemporanea a Roma.

Biglietti

Intero € 10.00; Ridotto € 8.00*

*Le riduzioni sono accordate a studenti universitari, over 65 e gruppi di almeno 10 persone.

Info e biglietteria

Teatro Spazio Electa, Via Fedele de Paulis 97/a 64100 Teramo

Tel. 0861.212593 Mail. info@acsabruzzo.it

Sito di riferimento: www.acsabruzzo.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *