Teramo, concerto di Natale per la mensa dei poveri il 16 dicembre

Il Rotary Club, Sezione di Teramo Est, in collaborazione con la Diocesi di Teramo-Atri, organizza per Martedì 16 Dicembre p.v. alle Ore 21, presso la Cattedrale di Teramo, un “Concerto di Natale per la mensa dei poveri”, un evento artistico i cui ricavati “liberali” saranno devoluti al vescovo di Teramo, Mons. Michele Seccia, che a sua volta li destinerà alla “mensa dei poveri” della “Piccola Opera Charitas” di Giulianova.

Il Concerto, diretto M° Federico Paci, sarà eseguito dall’Orchestra dell’ISSM “G. Braga” di Teramo e dal Coro Diocesano. Nel corso della manifestazione saranno eseguiti brani di A. Corelli, M. Frisina, F.Couperin, J.S. Bach, F.Gruber, S. Alfonso Maria de’ Liguori, Handel, C.Frank e un Anonimo XVII Sec (In allegato il programma dettagliato e una scheda su orchestra e coro).

Il Rotary Club ha voluto realizzare questa evento natalizio anche allo scopo di raccogliere fondi da destinare ad un’opera umanitaria diocesana. Il Presidente del Rotary Sezione Teramo Est, nel corso dell’odierna Conferenza stampa, infatti, ha precisato che: “L’ingresso in Duomo sarà gratuito e verranno accettate offerte libere e spontanee. L’iniziativa nasce dal desiderio di voler dare un contributo fattivo a favore di persone bisognose, che a causa della forte crisi economica vivono una situazione di grave difficoltà.

Come anticipato, il ricavato verrà interamente devoluto alla Piccola Opera Charitas di Giulianova, e nello specifico alla mensa dei poveri gestita dalla Piccola Opera Charitas”.

A tutti coloro i quali vorranno partecipare ed elargire una donazione, verrà rilasciato un cofanetto di foto artistiche del Duomo di Teramo e della Chiesa di Sant’’Anna, realizzate Silvano Scardecchia (socio e fotografo del Rotary), che ha anche realizzato il video sul Duomo di Teramo.

Il Presidente Di Filippo ha poi precisato che l’iniziativa assume una seconda finalità, che è considerata la più importante, vale a dire ”quella di sensibilizzare la popolazione alla solidarietà. Purtroppo la grave crisi economica che attanaglia gran parte della popolazione sta sempre più diventando un’emergenza sociale. Il numero di persone che quotidianamente sono costrette a ricorrere alle strutture sul territorio per un pasto cresce a dismisura”. “Non a caso, – ha continuato – proprio qualche giorno fa a Teramo, è stata aperta una nuova mensa dei poveri. In questo scenario, la solidarietà deve diventare un dovere morale, per tutti”. Questa è una delle missioni del Rotary. Del resto, ha concluso, “è meglio accendere una candela che maledire l’oscurità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *