Teramo. Cinema, Di Venanzo: premio “Caporale” al corto “Irene e joy”

Nell’ambito della 19esima edizione del premio internazionale della fotografia cinematografica Gianni di Venanzo, la quinta edizione del ‘Premio Speciale Istituto G. Caporale’ se l’e’ aggiudicata il cortometraggio “Irene e Joy” per la regia, il soggetto e la sceneggiatura di Franco Di Domenico e la fotografia di Claudio Di Giuliantonio. Questa la motivazione della giuria composta dall’autore della fotografia cinematografica Giuseppe Venditti, dalla fotografa di scena Flaviana Martino e da un rappresentante dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise: “Cortometraggio tecnicamente ben realizzato. Musica e fotografia donano al filmato una rimarcabile poetica, soprattutto nelle immagini finali che mostrano l’uomo e l’animale in comunione con la natura.” “Irene e Joy” verra’ proiettato in anteprima al convegno “Il rapporto uomo-animale”, a cura del dott. Nicola Ferri dell’IZSAM con la collaborazione dell’Associazione Teramo Nostra, che si terra’ giovedi’ 9 ottobre, alle ore 11:00, nell’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale “B. Pascal” di Teramo. Sabato 11 ottobre il corto sara’ premiato con una targa ricordo 700 euro a titolo di parziale rimborso spese, durante la gran cerimonia di premiazione per la consegna degli esposimetri d’oro in programma alla Sala Polifunzionale della Provincia di Teramo a partire dalle ore 17:00. Il “Premio Speciale Istituto G. Caporale” e’ stato bandito nel 2010 per diffondere la sensibilita’ e la conoscenza nei confronti del benessere degli animali attraverso il mezzo cinematografico. Il Premio viene assegnato al miglior filmato sul rapporto uomo-animale per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti della complessa interazione tra persone e animali negli ambienti di vita contemporanei. Inoltre, ogni anno vengono coinvolte alcune classi delle scuole primarie e secondarie di Teramo per la realizzazione di una pubblicazione a stampa con gli elaborati testuali e pittorici sul rapporto uomo-animale e il benessere degli animali dei giovani studenti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *