Teramo, 130 studenti premiati nel concorso Enel Playenergy

Oltre 130 studenti da tutta la regione si sono incontrati questa mattina a Teramo per la premiazione regionale del concorso Enel Playenergy, tenutesi presso la Sala Polivalente della Provincia in via Comi. A premiare i ragazzi, c’erano il presidente della Provincia di Teramo Valter Catarra, l’assessore all’Ambiente Francesco Marconi, il responsabile Enel Distribuzione zona Teramo Andrea Salvatori, Ornella Ferrini di Enel Relazioni Esterne e Francesco Novelli dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Al concorso, che vede studenti delle scuole di ogni ordine e grado confrontarsi con i temi dell’energia e dell’ambiente, hanno partecipato quasi 200 scuole e circa 9mila studenti da tutto l’Abruzzo. Il premio per la Scuola Primaria e’ stato vinto dalla classe quarta B dell’istituto “Nostra Signora” di Pescara, insegnante Paola Di Marco, per il progetto “Didattica, domotica e…Giraffe” sempre piu’ eco-tecnologiche, con tre presentazioni sugli ambiti di utilizzo di energia piu’ vicini ai ragazzi (casa, scuola, strada) e l’ideazione di stazioni di servizio futuribili, le “Giraffe Tecnologiche”, con piu’ servizi integrati, dall’illuminazione stradale alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Per la scuola Secondaria di primo grado, la giuria ha scelto di premiare le classi seconda e terza M della Scuola “Mazzini” di Pescara, insegnante Carla Antonioli, per il progetto “Casa Viva che respira. Pensa sostenibile!”, che ha visto i ragazzi impegnati nella realizzazione di due video contenenti nozioni base sulle diverse fonti di energia e cenni storici sull’Enel e uno studio su possibili case eco compatibili.

Per la Scuola Secondaria di secondo grado la giuria ha premiato le classi 3^A E e 5^AE dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Alessandrini” di Teramo, insegnante Almerindo Capuani, per il progetto “Il Piezoelettrico: l’energia sconosciuta”: i ragazzi hanno presentato tre idee ed un brevetto per produrre energia da sistemi piezoelettrici installati su pedane, scalinate, pavimentazione stradale. Il progetto contiene anche una ricerca ragionata sulla possibilita’ di produrre energia con sistemi piezoelettrici in pneumatici di autoveicoli. L’idea e’ di “raccogliere” l’energia ovunque sia possibile, sfruttando fonti non ancora utilizzate. I vincitori hanno ricevuto un videoproiettore. Alla premiazione erano presenti anche le classi che hanno ricevuto dalla giuria le menzioni speciali che consentono l’accesso, insieme ai vincitori, alla selezione nazionale: menzione speciale alla classe terza F della scuola primaria “G. Spataro” di Vasto (Chieti), insegnanti Lina Del Vecchio e Lidia Camilla Vallarolo, per il progetto “PlayEnergy: Magnetismo che sorpresa!”, una pista per macchinine che sfrutta la forza magnetica, e alle classi prima, seconda e terza della scuola primaria di Alfedena (L’Aquila), insegnante Rita di Ianni, per il cartellone-rebus “Sole Nel Mondo”. Nel corso della cerimonia, Enel ha consegnato simbolicamente al Presidente Catarra e all’assessore Marconi elmetto e guanti di sicurezza, due dei dispositivi di protezione individuale in dotazione ai tecnici dell’azienda, a testimonianza del comune impegno sul fronte della sicurezza sul lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *