Taranto, Convegno nazionale dedicato al Tenente e poeta Francesco Occhinegro il 10 dicembre

Il 10 dicembre prossimo nelle Sale del Castello Feudale di Carosino (Taranto), all’interno della Mostra sui Cimeli della Grande Guerra, curata da Donatella Stasi, si svolgerà un Convegno nazionale dedicato al Tenente e poeta Francesco Occhinegro morto a 21 anni nei pressi dell’Isonzo in combattimento a Luico, zona ora nella geopolitica slovacca. Era nato a Carosino nel 1896. Una manifestazione voluta dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Carosino guidata da Donatella Stasi e dall’Associazione Regionale presieduta da Giacinto De Febo. Ha visto la collaborazione del Comune, del Liceo Moscati di Grottaglie, del Progetto Etnie del Mibact e del Sindacato Libero Scrittori Italiani.

I lavori, che avranno inizio alle 18,30, saranno introdotti e coordinati da Pierfranco Bruni, Responsabile Progetto Etnie del Mibact. Saluti del Presidente Regionale dell’Associazione Nazionale Reduci e Combattenti Giacinto De Febo, della Presidente dell’Associazione di Carosino Donatella Stasi, del sindaco di Carosino Arcangelo Sapio, della Dirigente scolastica del Liceo Moscati Anna Sturino. La relazione dal titolo: “Viaggio nell’anima poetica del Tenente Occhinegro” sarà svolta da Marilena Cavallo, Coordinatrice del Dipartimento Lettere del Liceo Moscati. Si tratta di una manifestazione di grande spessore storico che pone all’attenzione una ricostruzione grazie a documenti che resteranno elementi di studio. Il Convegno dal titolo: “In ricordo del Tenente poeta Francesco Occhinegro” punta a leggere uno spaccato della Grande Guerra attraverso proprio la figura del tenente poeta che è stato decorato con la Medaglia d’argento. Fu uno di quei soldati che all’azione legava il pensiero. “La Grande Guerra, ha dichiarato Pierfranco Bruni, non è una parentesi nella storia d’Italia. Non lo è mai stata. La figura e l’opera di soldati che hanno dedicato la propria vita all’identità nazionale vanno ricontestualizzati e celebrati. Francesco Occhinegro anche attraverso i suoi scritti resta uno degli intellettuali che ha dato un importato contributo alla letteratura tra Romanticismo e Futurismo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *