Tanti giocattoli dell’Ail per i bambini dell’Opera Santa Maria di Nazareth di Francavilla al Mare

E’ stata una Befana inattesa quella che ha fatto visita ai bambini ospiti della casa di accoglienza “Opera Santa Maria di Nazareth”  di Francavilla al Mare (Chieti). A portare tanti giocattoli ai piccoli che vivono nella struttura sono state le volontarie della sezione interprovinciale Pescara-Teramo dell’Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma, Katia Tini e Margherita Cerbarano che sono state ricevute da suor Ancilla. E’ stata davvero un festa per tutti, per i bambini che sono stati felici per la magnifica sorpresa e per le volontarie che hanno condiviso la loro gioia. “L’emozione è stata molto forte soprattutto quando la suora ci ha detto che avevano preparato piccoli doni per la Befana utilizzando solo calzini e guanti di lana visto che non c’erano giochi disponibili – spiega Katia Tini – Stavano aspettando un po’ prima di consegnarli ai bambini perché speravano che la Provvidenza bussasse alla loro porta ed è successo veramente! Siamo arrivate noi con tre bustone di giocattoli. E’ stato bellissimo vedere e vivere la felicità dei bambini quando li hanno ricevuti”. I giochi consegnati dalle volontarie dell’Ail alle suore della casa di accoglienza sono stati donati all’associazione dalla Sevel di Atessa (Chieti). Gran parte dei giocattoli era stata già regalata ai bambini ricoverati nel Dipartimento di Ematologia e nei reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica dell’ospedale di Pescara il 27 dicembre scorso; la parte rimanente è stata consegnata ai piccoli pazienti del day-hospital ematologico e ai bambini ospiti della casa di accoglienza di Francavilla al Mare.

L’Opera Santa Maria di Nazareth è stata fondata nel 1969 per accogliere gestanti, ragazze madri e bambini che vivono in condizioni di disagio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *