Tagliacozzo, torna “Gironi Divini” il 22 e 23 agosto

Torna in Abruzzo l’atteso appuntamento dedicato a Dante Alighieri e alla Divina commedia, con rievocazioni, degustazioni eno-gastronomiche e con la presenza dei grandi vini della regione, ma anche con quello prodotto dai discendenti diretti del sommo poeta nel cuore della Valpolicella, che si sfideranno per eleggere il Montepulciano dell’anno. Tante le novità dell’edizione 2014 di “Gironi divini”, evento patrocinato dal Comune di Tagliacozzo e ideato dall’associazione culturale Live Communication  per rievocare e promuovere la citazione della cittadina marsicana nel XXVIII canto dell’Inferno, che si terrà domani e dopodomani, venerdì 22 e sabato 23 agosto tra i vicoli del centro storico. 

Per l’occasione, i palazzi storici della cittadina spalancheranno gli antichi portali per far riscoprire al pubblico le bellezze architettoniche e i frammenti di storia abruzzese. Durante la due giorni di eventi ci sarà l’apertura straordinaria dei principali edifici storico-artistici della cittadina turistica marsicana. Sarà una imperdibile occasione per ammirare veri gioielli architettonici e presenze culturali spesso dimenticate. I visitatori potranno osservare androni, scalinate, volte e portali dei principali palazzi storici ricchi di ornamenti, decorazioni e stemmi delle famiglie gentilizie, ma anche chiese, cortili e chiostri, con la presenza di mostre ed esposizioni degustando un calice di Montepulciano o un fresco Pecorino. Tutto grazie a un percorso che attraverserà una parte significativa del centro storico e poco conosciuta.

Come nella battaglia citata da Dante,  “e là da Tagliacozzo, ove sanz’arme vinse il vecchio Alardo”, quest’anno la battaglia si ripeterà, ma a colpi di calice. Durante la seconda giornata di “Gironi divini” sette campioni di Montepulciano d’Abruzzo scelti tra i migliori presenti alla manifestazione “sfideranno” il vino di Dante Alighieri.  In una sorta di tabellone tennistico a eliminazione diretta i grandi rossi saranno assaggiati e giudicati alla cieca dal pubblico e alla fine sarà eletto il “campione di Gironi DiVini 2014”. La degustazione sarà condotta dal giornalista enogastronomico Franco Santini, che accoppierà e sottoporrà all’imparziale giudizio popolare otto etichette. L’Abruzzo sarà rappresentato dal Malandrino di Cataldi Madonna, dal Marina Cvetic di Masciarelli, dal Vecchie Vigne di Gentile, dal Cerano Montepulciano Riserva di Pietrantonj, dall’Elevito Colline Teramane di De Angelis Corvi, dallo Scabino della locale Cantina del Fucino e dal Castellum Vetus di Centorame. Il vino di Dante invece sarà il Valpolicella Riserva prodotto dalla cantina veneta Serego Alighieri, discendenti diretti del sommo poeta che a Verona passò parte del suo esilio. (Per prenotazioni contattare il numero 335-7533346).

L’antico borgo della città, inoltre, sarà invaso da legionari romani e gladiatori. Tra le antiche mura di Palazzo Ducale, infatti, ci sarà un vero accampamento romano della Legio Minervia dove si potrà vedere da vicino come vivevano, come lavoravano e cosa mangiavano ai tempi dell’antica Roma. Tutto in allegoria con la Divina Commedia e nell’ambito di “Gironi divini”, manifestazione dedicata a Dante Alighieri e alla storica battaglia di Tagliacozzo citata nel canto dell’Inferno. Durante la manifestazione, a ingresso gratuito, non verranno trascurati gli aspetti che corredavano la vita del legionario, come la creazione e la manutenzione di oggetti di vita quotidiana e per il tempo libero con utensili, giochi, monete e beni comuni. Ci saranno poi rievocazioni di riti propiziatori, didattiche militari, didattica per bambini, giochi di gruppi, didattica alimentare militare e medicus.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *