Sulmona, la Madonna che scappa in piazza

La rappresentazione della Madonna che “scappa” il giorno di Pasqua a Sulmona è un evento unico e originale come pochi. La mattina alle ore 11 piazza Maggiore è ricolma di gente che aspetta trepidante di vedere schiudersi il portale della chiesa di S. Filippo, nel frattempo dalla parte opposta, sotto l’acquedotto medievale la statua del Cristo risorto rimane in attesa. Ai santi Giovanni e Pietro viene affidato il compito di annunciare alla Madonna la resurrezione del Figlio; essi si dirigono verso la chiesa di S.Filippo e dopo alcuni tentativi di convincimento, la porta finalmente si apre e la statua della Madonna compare sulla soglia, e quindi lentamente si avvia verso la piazza. E’ all’altezza della fontana monumentale che inizia il tutto: i portatori si fermano, la folla trattiene il respiro, loro prendono il tempo giusto, poi è un attimo: sollevano la statua della Vergine e cominciano a correre in direzione della statua del Cristo. Il manto luttutoso cade a terra e al suo posto compare una veste ricamata in oro mentre un volo di colombi sale nel cielo.Sono 12, 15 secondi interminabili in cui la folla sostiene idealmente quella corsa e finalmente l’abbraccio con il Figlio risorto. Il senso di questa festa sta nella rinascita della vita, una rievocazione commovente, semplice e indimenticabile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *