Successo per il Concerto di fine anno con Lviv Philharmonic State Orchestra

Grande successo di pubblico nell’aula consiliare del Comune di Pescara per la II edizione del “Concerto di fine anno” della Lviv Philharmonic State Orchestra, proveniente dall’Ucraina, tenutosi sabato 26 dicembre 2015 alle ore 18. Il concerto di Pescara fa parte di una tournée che l’orchestra sinfonica terrà nelle maggiori città italiane, con due concerti in Abruzzo il 26 a Pescara ed il 27 ad Ortona.

In apertura del concerto a ingresso libero è intervenuto il Presidente del Consiglio Comunale, dott. Avv.to Antonio Blasioli  che, in nome anche dell’Assessore alla cultura Giovanni Di Iacovo, ha ringraziato per la numerosa partecipazione dei cittadini all’apprezzato evento che rientra nel protocollo di cooperazione culturale stipulato tra i governi Italiano ed Ucraino. “La sala gremita sottolinea il successo del concerto per un piacevole intrattenimento, già riscontrato lo scorso anno, confermando l’apprezzamento per il talento del Maestro e per il prestigio della filarmonica ucraina”. Il concerto è stato promosso dall’associazione culturale “Giordano Bruno 1600”, dall’associazione culturale “Eupromomusici”,  con la compartecipazione della galleria “Arte Pentagono” di Pescara in qualità di patrocinatore all’allestimento dell’evento.

Una vera e propria delizia per lo spirito del numeroso pubblico presente in sala con “la musica che è utile all’elevazione dell’animo umano”: le parole del Presidente dell’associazione culturale “Giordano Bruno 1600”, Lorenzo Pincelli,  che ha promosso l’evento e che da anni si impegna nella diffusione del libero pensiero e della libera ricerca. “Una società migliore si costruisce con menti aperte, approfondimento culturale e libero scambio di idee, lontano da settarismi ideologici, politici o religiosi e contrastando l’oscurantismo ed il fanatismo. L’anno 1600, data del martirio di Giordano Bruno, è idealmente una data di svolta nella tutela del libero pensiero in epoca  moderna, perché il suo martirio fu seme di libertà e diede l’avvio morale a quella rivoluzione scientifica che portò avanti, dieci anni dopo, Galileo con il suo cannocchiale”.

La celebre e prestigiosa filarmonica dell’ex unione sovietica è stata diretta da Giuseppe Piccinino, direttore d’orchestra che si è esibito in importanti teatri italiani e del  mondo,  in Europa, America ed Africa ed è stata impreziosita  dalla presenza di due solisti: la raffinatissima violinista Svetly Zenevich della Bielorussia e dal tenore italiano Enzo Errico.

E’ stato eseguito un vasto repertorio che ha spaziato dai pezzi più celebri di musica sinfonica romantica fino alla canzone d’autore napoletana: la prima parte del concerto è iniziata con la sinfonia della “Gazza ladra” di G. Rossini per poi continuare  con musiche di J. Massenet, G. Bizet, J. Strauss, Franz von Suppé. La seconda parte è stata dedicata alle più belle pagine del repertorio lirico italiano, interpretate in modo eccellente dal tenore Enzo Errico con musiche di R. Leoncavallo, G. Puccini ed alla canzone d’autore napoletana con i classici testi  “Torna a Surriento” e “Tu ca nun chiagne” scritti rispettivamente nel 1902 e nel 1915 da De Curtis.

Una chiusura travolgente della serata concertistica con il famoso e commovente pezzo “Non ti scordar di me” di De Curtis, interpretato dai due tenori Enzo Errico ed il giovane Daniele Di Nunzio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *