Scultura, 63 partecipanti a Lanciano al New Years’s Brunch

Domenica 24 gennaio a Lanciano si è svolta la settima edizione del “New Year’s Brunch 2016”, festival internazionale della scultura contemporanea. Organizzato da Sculpture Network, ha visto quest’anno tra le 58 location europee la partecipazione del Polo Museale Santo Spirito . Ha ricevuto il patrocinio del Museo Tattile Statale Omero (Ancona) e del Comune di Lanciano, assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione. Hanno contribuito alla sua realizzazione i Licei artistici di Lanciano, Vasto e Castelli e le prestigiose Accademie di Belle Arti di Roma, Lecce e Bari insieme ad artisti italiani e stranieri per un totale di 63 partecipanti. Alle ore 17.30 la mostra è stata aperta al pubblico: gli stessi artisti hanno guidato circa 300 visitatori nelle sale e hanno illustrato i propri lavori. Per la prima volta in Abruzzo, grazie alla partecipazione dello scultore Felice Tagliaferri e al patrocino del Museo Tattile Statale di Omero, le persone non vedenti e ipovedenti hanno avuto la possibilità di fruire delle opere d’arte toccando le sculture. Ospiti entusiasti del Polo Museale i membri dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Chieti accompagnati dal presidente Antonio Santone Numerose le iniziative in programma per questa mostra che resterà aperta al pubblico fino al 7 febbraio. Un appuntamento e’ rivolto ai 60 bambini delle Scuole dell’Infanzia del Comprensivo d’Annunzio di Lanciano, i quali assisteranno a dimostrazioni di varie tecniche di scultura. I laboratori per bambini saranno tenuti dagli studenti della II A del Liceo Artistico di Lanciano, con la guida del prof. Giuseppe Colangelo. I ragazzi per le loro dimostrazioni lavoreranno argilla, legno, pietra e materiale di recupero, in linea con il tema della settima edizione del festival: “la natura come materiale per la scultura”. Il Finissage è previsto domenica 7 febbraio dalle ore 11.00 alle ore 17.00, alle ore 12,00 si terrà una tavola rotonda sul tema “La scultura oggi”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *