San Demetrio ne’ Vestini, ripresa l’attività inversale del Teatro Nobelperlpace

Terminate le attività estive, il Teatro Nobelperlpace di San Demetrio ne’ Vestini (L’Aquila) riparte con le attività invernali, rivolte a ragazzi e adulti del territorio del Medio Aterno e, più in generale, al comprensorio aquilano.

Sono partiti il 15 settembre scorso i corsi nell’ambito di diverse espressioni artistiche, a cura dell’associazione Arti e Spettacolo: teatro avanzato, avviamento al teatro, danza e gioco danza (per bambini da 4 a 6 anni), musica (corsi di chitarra, violino, sassofono e pianoforte), coro, equilibrio vocale nel canto e nel parlato, lettura ad alta voce e dizione. Assieme all’associazione, inoltre, per un altro anno scolastico verrà redatto il giornalino dei ragazzi e delle ragazze Zeronove. Sarà possibile inoltre partecipare alla gestione della biblioteca, contribuire alla realizzazione dell’Archivio della memoria e ci saranno seminari e laboratori intensivi a cura dell’associazione.

Un lavoro quotidiano sul territorio quello di Arti e Spettacolo, anche attraverso l’offerta degli spettacoli domenicali: con “Cinema a teatro”, infatti, tutte le domeniche di settembre e ottobre sarà protagonista il cinema. Due gli orari (16.30 e 18.30), per spettacoli dedicati a ragazzi e ad adulti. Domenica 20 settembre secondo appuntamento con Ratatouille (ore 16.30) e La famiglia Bélier (ore 18.30), mentre domenica 27 settembre sarà la volta di La storia fantastica (ore 16.30) e Grand Budapest hotel (ore 18.30).

Si sta nel frattempo lavorando alla programmazione della nuova stagione teatrale, che come di consueto partirà a gennaio. In queste settimane sono stati realizzati anche alcuni lavori di miglioramento dello spazio teatrale del Nobelperlpace di San Demetrio.

“Abbiamo approfittato della pausa estiva per rinnovare il teatro – dichiara il presidente di Arti e Spettacolo, Giancarlo Gentilucci – perché gli vogliamo dare un’idea un po’ ottocentesca, nonostante la struttura sia chiaramente contemporanea. Abbiamo cercato di ingentilire e rendere più accogliente l’ambiente”.

E’, infine, iniziata da alcuni giorni anche la nuova attività della biblioteca nello spazio socio culturale inaugurato nell’edificio scolastico di San Demetrio nel maggio scorso. Si prevede anche la costituzione di un archivio della memoria, e la presentazione di libri. L’obiettivo delle attività è mettere a disposizione gli strumenti per mettere in relazione i migranti con le proprie famiglie, e creare nuovi rapporti intergenerazionali.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *