San Buono, prima rappresentazione dello spettacolo itinerante “RACCOLTO, paesaggi di danza, teatro, suono e cibo”

Un’estate intensa di appuntamenti quella dell’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, unico circuito regionale di distribuzione spettacoli, finanziato dal Ministero dello Spettacolo dal Vivo e del Turismo, con performance site specific, progetti di residenza artistica e spettacoli tradizionali di balletto.

Terzo appuntamento con il Direttore Eleonora Coccagna è quello del 2 agosto ore 21.00 a San Buono, in Provincia di Chieti, la prima rappresentazione dello spettacolo itinerante “RACCOLTO, paesaggi di danza, teatro, suono e cibo” del giovane collettivo internazionale arTeaLter che farà successivamente tappa a Palmoli il 6 agosto ore 21.30, Carpineto Sinello 16 agosto ore 21.00 e Castiglione Messer Marino il 19 agosto ore 18.00. Lo spettacolo, concepito nell’ambito del progetto “RIABITARE IL FUTURO”, sarà il frutto di una residenza artistica di un collettivo di 7 artisti, al lavoro a San Buono già dal 15 luglio, che animerà il paese con laboratori didattici ed incursioni creative urbane.

Si tratta di un progetto di innovazione culturale ideato da Franco Sacchetti, Francesca Saraullo e Gisela Fantacuzzi, che propone un’indagine volta a promuovere il riuso e la valorizzazione del territorio abruzzese nelle sue bellezze più “nascoste” raccogliendo il germe della tradizione per trasformarlo, nel presente, in un nuovo modo di abitare dei luoghi marginalizzati e abbandonati nel processo di sviluppo economico degli ultimi decenni. Per questo motivo si è scelto di operare in spazi non convenzionali nei piccoli Comuni a rischio culturale attraverso un lavoro pluridisciplinare che integri danza, teatro, canto, musica e arte scenografica. In questo modo si potrà immaginare per ciascun Comune un ritratto autentico, nato dal connubio di un cast artistico e la compartecipazione degli abitanti locali.

Il tema principale dello spettacolo nonché il filo rosso del lavoro residenziale, dei laboratori e dello spettacolo itinerante è il RITUALE. Il rituale inteso come ritorno alla terra, al proprio corpo, a delle temporalità dilatate nonché alle tradizioni, dal cibo al modus vivendi. Attorno a ciò si svolgerà la ricerca finalizzata allo spettacolo in una prospettiva più generale di dialogo tra l’arcaico e il contemporaneo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *