Roseto, Prima di Opera Prima: presentazione di due libri il 14 e 15 luglio

Ricerche&Redazioni a Roseto degli Abruzzi ospite di “Prima di Opera Prima”, il 14 e il 15 luglio

Due gli appuntamenti in programma con i libri della casa editrice teramana Ricerche&Redazioni nell’ambito della Rassegna “Prima di Opera Prima”, in Piazza della Repubblica alle ore 19:

– domenica 14 luglio, presentazione dell’ATLANTE STORICO DEL GRAN SASSO D’ITALIA, di Silvio Di Eleonora, Fausto Eugeni e Lina Ranalli. Interverranno: Maristella Urbini (Assessore alla Cultura del Comune di Roseto), Laura De Berardinis (Giornalista e scrittrice), Silvio Di Eleonora (Storico, coautore del libro), Lina Ranalli (Storico, coautore del libro), Marcello Maranella (Direttore del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga). La presentazione è organizzata in collaborazione con il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

La presentazione segue i prestigiosi riconoscimenti ottenuti di recente a Torino (Museo Nazionale della Montagna del C.A.I.) e si inserisce in un articolato programma che vedrà l’Atlante, durante tutta l’estate, protagonista di altri importanti appuntamenti, tra cui si segnalano: 18 luglio, Torre Cerrano – 27 luglio, L’Aquila – 28 luglio, Rifugio Franchetti — 28 luglio, Campo Imperatore – 4 agosto, Prati di Tivo e Madonnina – 11 agosto, Pietracamela – 31 agosto, Montorio al Vomano. In quest’ultima presentazione, verrà inaugurata la grande Mostra Documentaria che trae spunto dal volume, Mostra dall’evocativo titolo “SUA MAESTA’ IL GRAN SASSO D’ITALIA”, progettata e realizzata in collaborazione con l’Associacione Culturale “Il Chiostro” di Montorio al Vomano. Il volume mette insieme la prima rassegna completa di iconografia storica sul Gran Sasso d’Italia. Dalla prima immagine conosciuta del 1573 di Francesco De Marchi, alle suggestive foto in bianco e nero degli anni ’30 e ’40, passando per cartografie storiche, mappe, incisioni, dipinti, disegni, schizzi e appunti di viaggio, antiche copertine di libri, manifesti, cartoline illustrate e tanto altro ancora. Il libro offre uno straordinario repertorio di immagini che in cinquecento anni hanno rappresentato il ‘disegno’ della Montagna più celebre dell’Appennino, un viaggio indietro nel tempo per scoprire il Gran Sasso dei secoli passati, in compagnia di cartografi, pittori, fotografi, esploratori, alpinisti… Costato anni e anni di appassionata e laboriosa ricerca dei tre Autori, Silvio Di Eleonora, Fausto Eugeni e Lina Ranalli, il volume è realizzato in collaborazione con il MIBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali Archivi di Stato dell’Aquila e di Teramo, la Biblioteca provinciale dell’Aquila “S.Tommasi”, la Biblioteca provinciale di Teramo “M. Delfico”, il Club Alpino Italiano Sede Nazionale di Torino, il Club Alpino Italiano Sezione di Roma e altri Istituti di Cultura. Il saggio introduttivo è a firma dello storico aquilano Alessandro Clementi, tra i più attenti e accreditati studiosi della storia del massiccio abruzzese.

– lunedì 15 luglio, presentazione del libro EDUARDO VISTO DA VICINO, di Mario De Bonis. Interverranno: Maristella Urbini (Assessore alla Cultura del Comune di Roseto), Laura De Berardinis (Giornalista e scrittrice), Mario De Bonis (Autore del libro).

Eduardo De Filippo “visto da lontano” è già grande: commediografo, drammaturgo, autore, attore, regista, maestro di teatro. “Visto da vicino”, con gli occhi incantati di un suo amico personale e studioso della sua arte teatrale – l’Autore Mario De Bonis -, si illumina anche come grande poeta. La novità del libro è nella dolce esegesi di versi napoletani che incorniciano temi essenziali della vita dell’uomo: la famiglia, gatte e cani, la fede, l’amore, i costumi, la politica, la natura, le emozioni, la tristezza, la filosofia, la riconoscenza, l’amicizia, la cucina povera napoletana, tra gestualità e dialettalità, tra incoraggiamenti, promesse e speranze, in un piccolo album di ricordi. Il volume è arricchito da un apparato iconografico di estremo interesse: bellissime immagini fotografiche di Eduardo De Filippo, biglietti autografi del grande commediografo, articoli a stampa, fotografie dei momenti conviviali dell’Autore De Bonis impegnato in serate di beneficenza in tutto il mondo e tanto altro ancora, in un libro tutto da gustare. Così il Prof. Adelmo Marino (Università degli Studi di Teramo) nella presentazione al volume: “Napoletano di nascita, abruzzese d’adozione e teramano d’elezione, Mario De Bonis è stato un accreditato esponente del mondo finanziario alle dipendenze del Banco di Napoli per oltre quarant’anni, raggiungendo i vertici della carriera bancaria provinciale e regionale. Il lavoro nella banca, però, non gli ha precluso la passione per la letteratura e per la ricerca scientifica. È sufficiente ricordare che per anni ha fatto parte, sotto la presidenza della prof.ssa Rita Levi-Montalcini, del Collegio Sindacale della Treccani, cioè della celebre casa editrice dell’omonima enciclopedia italiana, favorendone la continuità. De Bonis è diventato il più raffinato interprete della poesia di Eduardo in Italia e all’estero e memorabili sono rimaste le serate trascorse in America latina. La sua presenza è una “magia” e le sue recite colorite, ricche di aneddoti personali e di gesti accattivanti, un profluvio di emozioni e riflessioni piacevoli. Oggi ha raccolto, per gli amici che lo conoscono e per quelli che lo vogliono conoscere o rileggere, questo volume dal significativo titolo “Eduardo visto da vicino” proprio per non disperdere la freschezza e la genuinità dei ricordi”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *