Roccaraso, terza edizione del campionato del mondo di snowkite da 24 al 31 gennaio

I più forti rider del mondo si sfideranno sulle montagne del Comprensorio sciistico dell’Alto Sangro per la terza edizione del campionato del mondo di snowkite da 24 al 31 gennaio 2016.

Nato dall’ unione tra un’ala da kitesurf e gli sci o lo snowboard per “navigare” sulla neve e seguire il vento, lo Snowkite è uno sport in cui intuito, spirito di libertà e sicurezza non possono mancare.

Con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Regione Abruzzo, l’evento è organizzato da ASD Outdoor 360, promosso dal Consorzio Skipass Alto Sangro, dai Comuni di Roccaraso e Rivisondoli e sponsorizzato da Banca di Credito Cooperativo. Lo spettacolo delle vele tra la neve è un colpo d’occhio notevole che incarna lo spirito di libertà che lo sport vuole trasmettere e ispirare ed è per questo che l’evento sarà seguito da una fitta rete di media e tv nazionali.

I campioni che si contenderanno il titolo nella disciplina GPS Formula non dovranno seguire percorsi prestabiliti, ma navigheranno per ottenere il punteggio più alto calcolato grazie ad applicazioni GPS. Una scelta in controtendenza rispetto alle regate classiche che utilizza le boe per delimitare il campo di gara.

I rider più esperti sono sempre dove c’è il vento e si spostano con lui.

Il contesto montano è per sua natura sottoposto a maggiore variazione nella direzione e nell’intensità dei venti dovuti oltre che dall’altitudine soprattutto dalla conformazione delle montagne stesse che fa si che nel giro di pochi metri un rider possa avere vento e l’altro assolutamente no. Ebbene l’abilità dei più bravi è proprio nell’essere sempre dove il vento è presente e tuttavia arrivare lontano dal punto di partenza iniziale (perimetro maggiore).

Lo snowkite è come uno skilift ma è privato ed ecologico. Porta il rider dove vuole, sul piano, in salita ed in discesa, senza volare e senza pericolo. Chiunque sappia scendere da una pista con sci o tavola e abbia più di 12 anni può iscriversi ad un corso di Snowkite, ma solo gli snowkiter professionisti partecipano al World Snowkite contest Alto Sangro 2016.

Niccolò de Simone – uno degli organizzatori – spiega quali sono le regole: “Regole semplici e allo stesso tempo complesse, massima libertà e possibilità di scegliere il proprio percorso con l’obiettivo di percorrere in una determinata unità di tempo più chilometri, più variazioni in altezza e più perimetro complessivo attraverso l’utilizzo di un GPS. Esattamente quello che ognuno di noi vorrebbe fare quando pratica lo snowkite! Non andare avanti e indietro sempre nello stesso posto, bensì scoprire e mettere i propri sci sempre su neve nuova con l’obbligo di dover tornare al punto di partenza”.

La scelta del perimetro esterno della traccia ha richiesto un grande sforzo matematico e richiede un software dedicato che è stato impostato dal team svizzero di Kitetracker.com. Uno sforzo che gli organizzatori sentono di dover portare avanti e anzi estendere in un format che coinvolgerà molte altre discipline.

È inoltre richiesto l’utilizzo di ARVA, pala e sonda laddove l’attività verrà svolta in un territorio con rischio di valanghe, questo per garantire la massima sicurezza.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *