Rocca di Mezzo, per Pietre che Cantano “Anima Mundi”, recital del soprano Valentina Coladonato

Pietre che Cantano è il festival dei borghi e dei castelli aquilani: una festa di musica e arte, una festa del paesaggio e della storia. Con i suoi concerti, spettacoli teatrali, appuntamenti con la poesia e la letteratura, Pietre che Cantano porta il suo pubblico a conoscere i tesori dell’arte, dell’architettura e del paesaggio della montagna aquilana.

Il programma di oggi:
Giovedì 13 agosto, ore 18:30
Rocca di mezzo – Palazzetto Sebastiani
Anima mundi
Recital del soprano VALENTINA COLADONATO
LUISA PRAYER, pianoforte
Musiche di Donizetti,Verdi, Tosti, de Falla, Weill, Poulenc, Britten, Rodrigo, Berio

La XVI Edizione del festival Internazionale di musica Pietre che cantano prosegue nelle giornate di Ferragosto con i tre ultimi appuntamenti della sezione PRESENZE.

Giovedì 13 agosto, alle ore 18:30, a Rocca di Mezzo, Palazzetto Sebastiani, il recital del soprano abruzzese Valentina Coladonato, presenza assidua delle ultime edizioni di Pietre che cantano e beniamina del pubblico del Festival. La Coladonato è una cantante molto apprezzata nel repertorio concertistico: a lei si devono numerose prime assolute di Ivan Fedele, Azio Corghi, Andrea Manzoli. Il 13 presenta un programma vario e particolarmente vivace, dal titolo Anima mundi, creato insieme al direttore artistico del Festival, la pianista Luisa Prayer, che la accompagnerà al pianoforte, in cui è messo bene in evidenza il continuo gioco di rimandi tra stile classico e colto da una parte e melos popolare dall’altra, rapporto che dona vitalità e freschezza a molte opere di compositori importanti dell’ Otto e Novecento. Musiche di Donizetti, Verdi, Tosti, de Falla, Respighi, Weill, Poulenc, Rodrigo, Britten, Berio.

 La XVI edizione del Festival

Giunto alla sua XVI edizione, quest anno si è voluto dare un ulteriore contributo a quello che sicuramente è stato uno degli argomenti dell’anno, il centenario 1915/2015: l’entrata in guerra del nostro paese, che in Abruzzo coincise anche col devastante terremoto della Marsica, ha riportato in primo piano come, in quel drammatico momento, la Storia dei popoli e le storie dei singoli si rifletterono ampiamente nell’arte.
Ma l’intera rassegna di quest anno è vista da una prospettiva particolare: nel titolo calembour “L’ALTRA METÀ DEL SUONO”, vedete evocata la voce delle donne, che in quel momento si rivelarono protagoniste nuove della società e della cultura.

Tanti gli eventi in quello che è un calendario molto fitto, che vedrà spettacoli di musica, teatro e poesia arricchire e impreziosire le più belle location dei comuni di L’Aquila, Celano, Ocre, Rocca Di Mezzo, Fontecchio, Tione Degli Abruzzi, S. Demetrio Ne’ Vestini fino al 22 agosto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *