Rocca di Mezzo, Festival Pietre che Cantano: spettacolo teatrale di Bustric il 19 agosto

Il 19 agosto, alle 21, nello spazio allestito a teatro di Palazzetto Sebastiani a Rocca di Mezzo, torna al festival, con lo spettacolo “Napoleone magico imperatore”, Bustric, artista fiorentino, attore e illusionista, autore di spettacoli in cui la fantasia, il fantastico e la magia trasformano le storie e i personaggi rappresentati in avventure in cui la comicità è forma di sublime poesia. “Napoleone magico imperatore” è un virtuosistico assolo di Bustric, che in un vortice di travestimenti e trasformazioni nei vari personaggi della vicenda, racconta dall’inedito un punto di vista del mago-prestigiatore, voce narrante della storia, la fantastica carriera di Napoleone.

Bustric presenta così il suo Napoleone: “Napoleone, simbolo invidiato del potere, ha avuto una popolarità straordinaria; la sua carriera fu folgorante. Sempre spettinato, romantico alla moda, solitario, soldato che sapeva parlare ai soldati, piaceva e piace molto. Rappresenta il rischio, l’avventura e il desiderio senza limiti. Finalmente su di lui vedrete qualcosa di umano, allegramente inventato, ma fedele nella sostanza alla storia.

Un magico imperatore, capace di volare, rubare e cantare.

Si scoprirà così che ci sono molti punti in comune fra il mago – prestigiatore e l’uomo politico. Entrambi manipolano la realtà per i loro fini. Entrambi mentono e illudono. Entrambi mostrano ciò che più loro conviene, per nascondere ciò che è meglio non vedere”.

Bustric

Laureato alla Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Bologna, Sergio Bini, in arte Bustric, frequenta a Parigi la scuola di circo di Annie Fratellini e Pierre Etaix e quella di pantomima di Etienne Decroux, e a Roma la scuola di Roy Bosier. Poi un periodo di studi con John Strasberg dell’ “Actor’s studio”.

Crea la compagnia teatrale “La compagnia Bustric” con la quale scrive e interpreta spettacoli che mette in scena usando varie tecniche: dal gioco di prestigio, alla pantomima, al canto e alla recitazione, in un ritmo narrativo che riempie le sue storie di sorprese, di cose buffe e inattese. È un teatro “colorato e comico, a volte poetico, certamente unico”.

Autore di numerose drammaturgie, con i suoi spettacoli è stato in gran parte d’Europa, dalla Spagna alla Norvegia, in Somalia, in Cile, Uruguay, Brasile, Argentina, Colombia, in America del Nord, recitando in italiano, inglese e francese.

Lavora nel cinema, dove ha preso parte tanto a film da Oscar come “La vita è Bella” di Roberto Benigni, quanto a film indipendenti come Quartiere di Silvano Agosti, o all’ultimo film di Woody Allen To Rome with love. Alla televisione recita in numerosi sceneggiati, ed e’ stato varie volte ospite di trasmissioni e talk show.

Tra i suoi spettacoli La meravigliosa arte dell’inganno, Atterraggio di fortuna, Napoleone Magico Imperatore, Nuvolo, e molti spettacoli musicali, dal suo originalissimo Pierino e il lupo di Prokofiev, a Varieté di Kagel, La meravigliosa storia del circo in musica e il Libro della Giungla di Kipling/Rosza, collaborando con direttori come Marcello Bufalini e Sandro Gorli, regolarmente ospite della Orchestra Regionale Toscana, della Orchestra Verdi di Milano, dell’Accademia di S. Cecilia.

Ha firmato la regia di un Don Giovanni di Mozart (Colombia), ed è stato Ambrogio in un allestimento del Barbiere di Siviglia di Rossini all’Arena di Verona.

Biglietti: € 10

INFO E PRENOTAZIONI:

389 6585346 – info@pietrechecantano.it www.pietrechecantano.it.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *