Pretoro, trekking sulle orme dei Briganti

Insolito ed affascinante trekking nei luoghi dove durante il periodo del brigantaggio borbonico imperversavano bande di briganti, dalla famosa “tavola “dei Briganti sulle cime della Majella, al M. Tranquillo confine tra Regno Borbonico e Stato Pontificio, fino ad arrivare alle Grotte di Pastena , rifugio del temibile Fra Diavolo per finire a Collepardo ed alla splendida Certosa di Trisulti.

Primo giorno
Arrivo a Pretoro, incontro con la guida, sistemazione nelle camere e presentazione del soggiorno.
Cena e pernottamento.
Secondo giorno
Partenza dal Rifugio Pomilio 1892 m.
Si raggiunge la cresta di Scrimacavallo, qui il mugheto si dirada su un lungo spartiacque fra i magnifici Valloni di Selvaromana e delle Tre Grotte a Est e la Valle dell’Orfento a Ovest.
Effettuando due piccole deviazioni, arriviamo ai ruderi del Blokhaus (mt. 2140) in tedesco caserma o fortezza, dal quale ai tempi del brigantaggio (1861/1866), controllavano i movimenti delle varie bande dei briganti che scorrazzavano nei paesi vicini per poi rifugiarsi su queste montagne.
La seconda deviazione invece ci porta alla cosiddetta “Tavola dei Briganti” luogo molto panoramico con le caratteristiche incisioni sulle rocce.
Il ritorno si effettua sullo stesso sentiero dell’andata.
Ore 18.00 rientro
Cena e pernottamento a Pescasseroli
Terzo giorno
Bocca di Valle – Cascate di San Giovanni – Piana delle Mele – Bocca di Valle.
Si prende la strada sterrata che entra direttamente nella valle, si oltrepassa un villino sulla destra ed il torrente Vesola passando alla sua destra (sx orografica), si prosegue sulla sterrata quasi fino alla fine per poi prendere un sentiero che sale ripido sul fianco della valle. Si supera un edificio dell’acquedotto e si riscende per un breve tratto arrivando in località “Le Cannellucce” dove rivoli d’acqua scorrono su una paretina ricoperta di muschio ed in primavera di belle fioriture.
Quarto giorno
Escursione alla Grotta dei Briganti, luogo di ritrovo e di sosta delle bande di briganti che imperversavano nelle montagne tra l’Abruzzo ed il Lazio.
Pranzo al sacco e rientro a Pescasseroli attraverso le doline carsiche di Camporotondo.
Cena e pernottamento a Pescasseroli.
Quinto giorno
Escursione al Monte Meta passando dal fortino borbonico della Valle di Biscurri fino al Passo dei Monaci punto di confine tra Abruzzo Lazio e Molise.
Di lì si risale fino alla cima del Meta, habitat del Camoscio d’Abruzzo e si ridiscende in una bellissima faggeta fino alla località di Prato Fiorito.
Rientro a Pescasseroli cena e pernottamento
Sesto giorno
Attraverso la secolare faggeta della Difesa si arriva al Santuario di Monte Tranquillo, 1660 m. di lì si guadagna il Valico omonimo, luogo di scambi commerciali ed inevitabili incursioni di briganti.
Oggi confine di regione tra Abruzzo e Lazio, prima dell’unità d’Italia confine tra Regno di Napoli e Stato Pontificio si continua sulle Creste della Rocca fino ad arrivare al rifugio di Iorio, appostamento all’orso, cena e pernotto al rifugio.
Settimo giorno
Partenza dal rifugio, dal valico dell’Aceretta si procede in direzione del Monte Schienacavallo si arriva a Fonte Puzza, di li si procede verso lo stazzo del Lampazzo, un pascolo d’altura teatro di incontro di lupi e orsi, di lì si ridiscende lungo lo splendido vallone di Lampazzo fino ad arrivare al Passo del Diavolo, ed al rifugio omonimo.
Rientro a Pescasseroli, degustazione di prodotti tipici.
Cena e pernottamento.
Ottavo giorno
colazione e partenza
Il programma potra subire delle modifiche o per avverse condizioni climatiche o per esigenza particolare dei partecipanti.

Difficoltà: facile, adatto a tutti. Tutte le escursioni giornaliere (max 5/6 ore di cammino effettivo) sono effettuate con zaino leggero (ognuno viaggia solo con il necessario per la giornata) mentre negli spostamenti è fornito il transfert bagagli da una località all’altra.
Costo del Viaggio € 640,00 a persona comprensive di assistenza di guida, trattamento di mezza pensione (cena pernott. e colazione) in Albergo *** o Agriturismo, degustazioni, transfert bagagli e assicurazione. Sono esclusi i trasporti, i pranzi e tutti gli extra di carattere personale.
Il viaggio parte con un numero minimo di sei partecipanti.

Info: http://www.camminarecongusto.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *