Pineto, presentazione dei libri di De Berardinis e Marrocco il 13 agosto

Nella splendida cornice di Torre Cerrano si svolgerà mercoledì 13 agosto alle ore 20,00 un inedito e appassionante evento culturale: Laura De Berardinis e Marco Marrocco, presenteranno l’una il libro dell’altro attraverso un’intervista reciproca e incrociata. Il Consigliere regionale Luciano Monticelli, il Sindaco di Pineto Robert Verrocchio e il Presidente dell’AMP Torre del Cerrano Benigno D’Orazio introdurranno alla conversazione. Interverrà Gida Salvino, autrice Rai e critica letteraria. L’evento è organizzato dall’AMP e dalla Cerrano Trade e si inserisce nel calendario estivo “Libri…di sera…al Cerrano”. Laura De Berardinis è autrice di Apri gli occhi Lady edito da Ricerche&Redazioni; ha dedicato il suo romanzo ai piccoli della casa di accoglienza “I bambini di Betania” di Tortoreto e alla sua presidente Maria Luisa Giangiulio; con loro ha instaurato un bellissimo rapporto di complicità, riuscendo a coinvolgerli nella sua attività di scrittrice. E proprio quei bambini saranno gli autori di una pubblicazione coordinata da Laura e dalla presidente Giangiulio. Marco Marrocco è autore di Come l’antenna per i passeri, pubblicato da RAI-ERI nella collana Cinema, e col romanzo è stato il vincitore del premio La giara edizione 2013. L’ingresso è libero e gratuito.

Alla presentazione è possibile abbinare la degustazione dei prodotti degli “Amici del Parco” prenotando allo 0859493657.

“Apri gli occhi Lady “

Nel romanzo di Laura De Berardinis, per Laila, un tempo chiamata Lady, è arrivato il momento di sciogliere nodi psicologici e rispondere a interrogativi irrisolti.

Sembra apparentemente tranquilla ma sa che sta per esplodere e ne coglie i segni attraverso percezioni interiori e accadimenti che la scaraventeranno su una giostra impazzita da cui non potrà scendere finché non troverà la soluzione. Il passato si declina sul ricordo del marito Luky, il presente trova sostegno in Valentina, l’amica fedele di Laila mentre Leone e Rosita entrano in scena imponendosi, sin dalle prime ore, con ruoli da protagonisti.

Attraverso una presa di coscienza della propria fragilità e morsa dall’incalzare degli eventi, Laila si trova coinvolta in un omicidio. Viene inseguita, spiata, braccata e per questo dovrà imparare a ragionare per priorità, costringendosi a piegare i propri schemi mentali alle nuove esigenze. Impara in fretta a leccarsi le ferite e a rigenerarsi attraverso la creatività e la natura di cui si percepisce “parte”.

Decide secondo l’intuito e l’istinto, tenendo ben stretta a sé la chiave della ragione e fotografando con un colpo d’occhio ciò che la circonda. La visione di un leone col miele in bocca, simbolo mitraico dell’oltre, le farà scegliere la giusta direzione.

Tre giorni o poco più è tutto quello che le sarà concesso. Quando la clessidra inizierà il conto alla rovescia, Lady aprirà gli occhi e attraverserà la propria soglia alla ricerca della verità. Qualsiasi essa sarà Laila è pronta ad accoglierla.

 

L’opera in copertina “La farfalla” è di Gino Gentile.

 

Biografia

Laura De Berardinis è nata e vive a Teramo. E’ avvocato, giornalista, laureata in scienze sociali e si occupa di comunicazione. Nel 2010 ha pubblicato la silloge di poesie ermetiche “Raccolgo conchiglie” edito da Ricerche &Redazioni. Nel 2013 per la medesima casa editrice è stata coautrice assieme al padre Giorgio della silloge di poesie “ Matrioska in viaggio”. “Apri gli occhi Lady” è il suo primo romanzo.

 

“Come l’antenna per i passeri”

Nelson, stralunato eroe in fuga dall’ospedale psichiatrico insieme al suo inseparabile compagno J, si aggira in una periferia romana grottesca e desolata. Superate le rocambolesche avventure di una notte felliniana, in bilico tra sogno e realtà, corre in soccorso del suo amore, Chiara, una prostituta ricattata da borgatari senza scrupoli, in una Roma slabbrata e feroce. I due folli visionari, spinti ai margini della vita, riusciranno questa volta, per strade diverse, a raggiungere il loro imprevedibile approdo. Nelson, malconcio Ulisse, conquisterà la sua Itaca tra le braccia di Chiara, riscattando così dalla solitudine non solo se stesso, ma tutti coloro che sanno guardare la realtà senza reprimere la propria inevitabile dose di follia.

 

Biografia

Marco Marrocco, 36 anni, vive e lavora a Roma. Da anni si occupa di cinema e televisione. Nato a Fondi, in provincia di Latina, ha vissuto l’infanzia e l’adolescenza a Lenola, nella stessa provincia. Si trasferisce a Roma dove si laurea in filmologia con una tesi sul cinema del primo Fellini. Intanto continua a coltivare la passione per la letteratura.

Ha pubblicato diversi romanzi con piccole case editrici e su internet: Rosso Negroni, Olio su tela, La verticalità dell’anima e Dieci Ore, dialogo con un’anima. Ha scritto tre saggi Fellini e il doppiaggio, Lo specchio in American Beauty, Intervista con Giancarlo Giannini su Sergio Citti, che costituiscono testo d’esame per gli studenti di Cinema presso l’Università La Sapienza dove ha ricoperto per anni il ruolo di Cultore della Materia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *