Pineto, menzione speciale al comune per i progetti di pace e fraternità

Una menzione speciale per i progetti per la pace, lo sviluppo e l’educazione delle nuove generazioni pensati e portati avanti per la Fraternita’. E’ quanto conferito dall’associazione nazionale Citta’ per la Fraternita’ al Comune di Pineto nell’ambito della quarta edizione del Premio Chiara Lubich per la Fraternita’, che ha deciso di premiare la cittadina adriatica con una menzione d’onore “per la poliedrica attivita’ a favore di progetti locali, nazionali e internazionali per la pace, progetti allo sviluppo, educazione delle nuove generazioni volte non solo “a sognare, ma a volere la Fraternita’” quale essenziale condizione di bene comune. E anche per il forte impegno a vivere con gli altri Comuni della Costa Blu, ad esso confinanti, per progetti di fraternita’ come scuole di partecipazione e altri programmi territoriali”. Il Premio, nato nel nome di Chiara Lubich, una persona che ha speso la sua vita anche per la diffusione della Fraternita’, si propone di trovare percorsi, vie, frammenti di Fraternita’ da proporre, sostenere e incoraggiare. Proprio nelle attivita’ del Comune di Pineto l’associazione che ne e’ a capo ha intravisto un importante esempio da condividere. Da qui la decisione di premiare Palazzo di Citta’ con una menzione d’onore, che sara’ conferita nella cerimonia in programma a Genova, a Palazzo Tursi, il prossimo 30 novembre dalle 14.45, durante l’annuale convegno dell’associazione. “Si tratta di un Premio che ci riempie di orgoglio – e’ il commento del sindaco Luciano Monticelli – e che dimostra come i sacrifici e la volonta’ della nostra amministrazione comunale rappresentino un buon tentativo di sperimentare buone pratiche di cooperazione ed espressione di solidarieta’. L’auspicio e’ che si possa sempre migliorare, nella convinzione che ogni energia vada spesa in nome della pace, soprattutto per le future generazioni”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *