Pineto, Fornelli d’Italia con Barzini il 18 agosto

L’estate a Torre Cerrano riserva ancora tanti appuntamenti interessanti: lunedì 18 agosto alle ore 19,00 Stefania Aphel Barzini presenterà il suo ultimo libro “Fornelli d’Italia” edito da Mondadori. L’evento sarà moderato dal giornalista della Rai Umberto Braccili ed è organizzato dalla Cerrano Trade e da Francesca D’Orazio.

Un viaggio nel tempo e nei tempi della nostra terra, alla scoperta di come e quanto sia cambiata l’Italia da quel fatidico 1861 in cui siamo diventati nazione.
 Un viaggio raccontato da un punto di vista originalissimo, quello delle molte straordinarie cuoche che si sono avvicendate nelle cucine delle nostre case.
Con occhi femminili, quelli delle padrone dei fornelli, Stefania Aphel Barzini riscrive la storia d’Italia attraverso il cibo. E lo fa partendo da fine Ottocento con Marietta Sabatini, la «fida Marietta», domestica e aiutante mai abbastanza ricordata e apprezzata di Pellegrino Artusi, fino ad arrivare ai giorni nostri, con note chef, presentatrici e blogger.

A seguire la presentazione ci sarà la dimostrazione di due ricette tratte dal libro – Frittatine di latte di “Cordella”, Il segreto delle donne di Ada Boni (Il Talismano della Felicità) – a cura di Francesca D’Orazio, Vicepresidente dell’Aici (Associazione Insegnanti di Cucina Italiana), scrittrice e blogger su Lady Erbapepe. L’ingresso è libero e gratuito.

E’ prevista la possibilità di abbinare la presentazione del libro con un aperitivo culturale e visita guidata alla Torre, a partire dalle ore 21,00, prenotando allo 393 8712496 oppure 338 4811328.

 

SCHEDA DELL’AUTRICE

Stefania Aphel Barzini, cuoca ed esperta di cibo, ha tenuto corsi culinari in Italia e in America. Ha collaborato con il Gambero Rosso e oggi insegna scrittura creativa applicata al cibo in master di giornalismo.

Tra le sue pubblicazioni si ricoradono: Una casalinga a Hollywood (2009), A tavola con gli Dei (2006) Così mangiavamo (2006), L’ingrediente perduto (2009), La scrittrice cucinava qui (2011).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *