Pietra della Majella, progetto per valorizzare l’antica tradizione degli scalpellini

Muove i primi passi proprio oggi il progetto Pietra Prima, una iniziativa della Provincia e della Regione Abruzzo che punta a valorizzare la sapiente tradizione artistica, oltre che artigianale, che ha segnato per tantissimi anni l’economia dell’area occidentale della Majella. Pietra Prima è un concorso che prevede la realizzazione di opere in pietra nei comuni che, storicamente, sono stati interessati dalla attività estrattiva mineraria e che hanno aderito all’iniziativa ideata dall’Assessore provinciale Angelo D’Ottavio e che sarà attuata dalla Fondazione Lettomanoppello Città della Pietra, rilanciata in questi mesi proprio dalla Provincia di Pescara.

Pietra Prima – spiega l’assessore – è ricompreso nel progetto più ampio del Distretto del Benessere, il cui obiettivo è valorizzare il territorio dei comuni interessati partendo dalla tradizione artistica degli scalpellini, ma integrandola con una azione di valorizzazione del patrimonio storico, artistico, naturale ed enogastronomico. E’ prevista una stretta collaborazione con i comuni che hanno aderito al progetto, senza dover sopportare costi e con l’agenzia di sviluppo Terre Pescaresi attraverso la creazione di un percorso dei sapori e dei saperi che esalti le produzioni tipiche del territorio e dimostri la capacità produttiva di qualità del territorio stesso.

L’idea è stata lanciata e condivisa dal vice presidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Alfredo Castiglione. “L’arte dello scalpellino, afferma Castiglione, “è un mix tra sapienza artistica,  competenza artigianale e amore per la propria terra. Ogni volta che vedo al lavoro uno scalpellino resto affascinato dalla calma, dalla pazienza e dalla cura con cui riesce a incidere, su un prodotto naturale quale è la pietra (in questo caso quella della Majella) una idea, un sogno o una semplice ispirazione. Per questo motivo ho ritenuto, su proposta della Provincia di Pescara, di credere in questo progetto e di sostenerlo con un contributo economico”.

D’Ottavio aggiunge che Terre Pescaresi,  in collaborazione con alcuni partner, sta lavorando ad un progetto che integri la valorizzazione di questa straordinaria competenza (l’arte degli scalpellini) con la valorizzazione delle produzioni tipiche locali, finalizzata ad arricchire il paniere dei prodotti tipici della provincia di Pescara, e Prima Pietra è uno degli interventi per avviare questa azione di Sviluppo territoriale integrato.

Grande soddisfazione del Presidente della Provincia di Pescara: “Nella duplice veste di presidente della Provincia e di presidente della Fondazione città della pietra, sottolineo l’importanza di questo progetto che potrà trasformarsi, gradualmente, in un’azione di marketing integrata con le iniziative che la Provincia sta già realizzando, non ultimo il progetto IPA che ci vede capofila in Europa”.

Il progetto interesserà i Comuni di Lettomanoppello, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Abbateggio, Roccamorice, Manoppello e Scafa.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *