Pescomaggiore, il 25 e 26 luglio torna l’Ecofestival: due giorni ad “Eva” l’ecovillaggio che sorge ai piedi del Gran Sasso

Torna il 25 e 26 luglio l’Ecofestival di Pescomaggiore (L’Aquila). Una due giorni dedicati all’incontro e ai percorsi di vita naturali che avrà come teatro “Eva”: l’ecovillaggio che sorge ai piedi del Gran Sasso, autocostruito nel post-sisma con la tecinca delle balle di paglia.

Sabato 25 luglio, dalla colazione alle 9.30, con cui si apre l’evento, all’aperitivo al tramonto, l’Ecofestival propone un corso di panificazione, meditazione yoga, passeggiate ed escursioni sui sentieri scanditi dalle antiche capanne a tholos, il piacere di assistere o partecipare direttamente ad un jam session aperta a cui hanno aderito a titolo gratuito numerosi musicisti.

Alle 16 dibattito sul tema “percorsi di vita naturali, cibo, natura, benessere psicofisico tra tradizione e innovazione”. Partecipano la dietista Michela Cavallaro, la vice presidente regionale di Legambiente, Francesca Aloisio, la presidente provinciale di Unicef, Carla Crescenti Irti, il presidente della Gran Sasso acqua, Amerigo Di Benedetto.

A seguire nell’aia dell’ecovillaggio si esibirà con il suo spettacolo di “arte varia” Mr Mustache, one man show. Seguiranno improvisazioni musicali.

Domenica 26 luglio si rinnoverà, a partire da mezzogiorno e per tutta la giornata, l’antico rito dell’accensione del forno comune del paese, ristrutturato dagli abitanti di Pescomaggiore e dell’ecovillaggio, in auto-finanziamento dopo il sisma.

“L’iniziativa, – spiegano gli organizzatori, – va letta come momento di un progetto che attraverso attività culturali, sociali, e di impulso a microeconomie di prossimità, al semplice abitare, intende rivitalizzare il paese e più in generale contribuire nel suo piccolo a restituire all’Italia interna e montana un’attenzione, un protagonismo e un futuro”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *