Pescara, “Tutti a teatro”: la rassegna per ragazzi il 18 gennaio

Il Florian Teatro Stabile d’Innovazione in collaborazione con Espace Promozione Culturale propone sabato 18 gennaio per la rassegna di teatro ragazzi TUTTI A TEATRO! alle ore 16,30 allo Spazio Matta di Pescara uno spettacolo imperdibile sia per i grandi che per i più piccoli, a partire dai 3 anni: “Kish Kush” tracce di un incontro, della compagnia Teatrodistinto, scritto e diretto da  Daniel Gol, Alessandro Nosotti e Laura Marchegiani; in scena Daniel Gol e Alessandro Nosotti. Lo spettacolo è stato rappresentato con successo in Paesi di tutto il Mondo come Germania, Corea, Turchia e Finlandia.

Finalista al prestigioso Premio Scenario Infanzia 2008, Kish Kush, che in ebraico significa “scarabocchio”, si presenta come l’accenno di una riflessione in grado di far germogliare un approccio ormai dimenticato a ciò che appare lontano dalla nostra cultura, a partire dalla disposizione stessa del pubblico. Teatrodistinto invita gli spettatori a circondare sui quattro lati la scena, in una sorta di abbraccio all’umanità, intesa come insieme di esseri umani, non importa di quale nazione, “razza”, colore, permettendo a ciascun individuo di sentirsi unico e allo stesso tempo uguale a chi gli sta accanto. Il progetto “KISH-KUSH tracce di un incontro” vuole essere una piccola finestra sul tema della diversità culturale e linguistica, attraverso il gioco del Teatro; nasce come spazio dinamico tra due personaggi di provenienze diverse, con l’obiettivo di condurre gli spettatori verso una riflessione e una discussione sul tema della diversità.

Kish Kush diventa luogo dell’immaginario, spazio neutro, che ospita due personaggi divisi, che non parlano la stessa lingua. Lo spazio di gioco, inizialmente suddiviso in due parti, propone agli spettatori due punti di vista differenti dell’azione.  Attraverso suoni, ombre, e oggetti usati in modo simbolico, le due figure arrivano a confrontarsi, abbattendo il delicato muro di carta che li divide. Ha così inizio lo scambio, che porta alla creazione di immagini e sapori nuovi.

“Kish Kush” di Daniel Gol e Alessandro Nosotti con la regia di Laura Marchegiani è uno spettacolo delicato e poetico, recitato in punta di piedi per un pubblico limitato. All’interno di un riquadro bianco, suddiviso diagonalmente da un muro di carta, convivono due personaggi provenienti da luoghi differenti. Il primo vive tra la sabbia ed il vento, l’altro si inebria del profumo delle arance. Attraverso suoni, oggetti e ombre riflesse, i protagonisti entrano piano piano in relazione, pur non vedendosi. Una lettera permette infine loro di comunicare, e così il muro viene abbattuto e può iniziare finalmente un confronto più diretto, fatto di parole sconosciute, sapori da scoprire, spazi comuni da ridefinire. I due sono diversi in tutto, vivono in mondo fatto di confini che piano piano come il muro si sbrecciano, ognuno di loro incomincia ad interessarsi dell’altro, prima ad osservarne il corpo, poi le cadenze infine i due cominciano a scambiarsi il cibo e le abitudini. Lo spettacolo vive sul concetto di diversità, unito al valore della conservazione della propria cultura. Nucleo principale della vicenda è lo scambio, inteso come possibilità di arricchimento e superamento del pregiudizio… Kish Kush, è uno spettacolo prezioso, fatto di piccoli gesti sempre significanti, di silenzi e di sguardi che valgono quanto le parole.

Mario Bianchi

 

Il costo del biglietto è di 6 euro; è consigliata la prenotazione ai numeri:  085/4224087  – 085/4225129  – 393/9350933

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *