Pescara, torna Sabato in Concerto Jazz con il sax di Mauro Bottini

Un racconto per stati d’animo dalle magiche atmosfere. Poesia ed energia, il sax di Mauro Bottini esprime questo e molto altro.
L’artista sarà a Pescara, sabato 9 febbraio, presso la “Maison des Arts” in corso Umberto 83 a Pescara (ore 18, ingresso libero con accesso consentito dalle 17.30 e fino ad esaurimento posti), per l’appuntamento del “Sabato in concerto jazz”, rassegna della fondazione Pescarabruzzo, organizzato dall’associazione Archivi Sonori con la direzione artistica di Maurizio Rolli.
Il Sassofonista, insieme ai suoi compagni di palco Matteo Nizzardi (organo hammond), Cristiano Coraggio (batteria), Marco Massimi (basso elettrico), presenterà al pubblico il suo nuovo lavoro discografico.
“Sara una serata tra amici, dalle belle atmosfere, del resto il cd si chiama Friends. I brani sono stati tutti riarrangiati per l’occasione e ci sarà tanto ritmo ed energia, sarà un concerto diciamo così, funkeggiante, passatemi il termine, con un organo hammmond, un basso elettrico ed una batteria non potrebbe essere altrimenti. Non vedo l’ora di suonare, manco dall’abruzzo da un paio d’anni”.
Tantissime collaborazioni prestigiose, tra queste incisioni con grossi nomi del soul quali Leslie Carter e Brent St. Claire, da un pò di tempo, però, propone quasi esclusivamente la sua musica.
“Traspare sempre il mio bagaglio e devo molto ad esso, ma ora è venuto il momento di distaccarmi un pò dalle precedenti esperienze per rileggere il tutto con la mia sensibilità. Fondamentalmente mi diverto e, fortunatamente, anche chi mi ascolta”.
Atmosfere si diceva ed improvvisazioni, mai fini a se stesse.
On the beach, Acropolis, The sun inside you tutti brani, al di là di qualsiasi tecnicismo nelle descrizioni, semplicemente belli da ascoltare. Menzione a parte merita Friends, un grandissimo omaggio a John Coltrane. Il sassofono di Mauro Bottini è pronto a stupire.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *