Pescara, torna “La Locandiera” al Florian Espace l’11 e 12 dicembre

Torna a Pescara La Locandiera di Carlo Goldoni firmata da Giulia Basel, uno spettacolo che si conferma un caposaldo dell’attività della Compagnia Stabile del Florian, ormai alla sua quarta stagione di repliche. Indubbio il gradimento dello spettacolo che è stato rappresentato più volte in regione e fuori regione e che dopo il debutto stagionale a Pescara inizierà una nuova tournée a partire da Bologna dove sarà di nuovo ospite del Teatro  Dehon il 18 dicembre con una doppia replica in matinée e in serale. 

Lo spettacolo vede in scena un cast che riunisce il nucleo artistico della compagnia: Flavia Valoppi è Mirandolina, esuberante, complessa, affascinante protagonista di questa commedia intramontabile; accanto a lei le brillanti interpretazioni diMassimo Vellaccio, uno strepitoso Marchese di Forlipopoli, Alessio Tessitore che sa dare umanità al personaggio del Cavaliere ora burbero ora tenero, Umberto Marchesani un elegante Conte d’Albafiorita, Massimo Paolucci, un Fabrizio puntuale e convincente, le divertenti commedianti Giulia Basel (Ortensia) e Irida Mero (Dejanira) e il nuovo interprete Francesco Sportelli (il servitore del cavaliere).

“…E se è vero, com’è vero, che Goldoni funziona sempre ci vuole un’opera di rivelazione per riconoscere la cifra goldoniana più autentica; è necessaria una cura qualitativa dell’allestimento che sappia accompagnare il lavoro degli attori e non soffocare inutilmente la spettacolarità di una commedia dai contenuti tutti espliciti e tutti fusi con l’azione. E’ questo il plauso principale da muovere alla Locandiera firmata da Giulia Basel, curatrice per Florian Teatro della regia e presente in scena con un cameo dalle valenze meta-teatrali nel ruolo di Ortensia; l’allestimento si caratterizza proprio per la capacità di non imprimersi invasivamente sul soggetto drammaturgico con un disegno teorico e stilistico d’impatto, nella necessità impellente di una dimostrazione di intelligenza o di lettura critica sapiente… e rivela il cuore tutto attorico del testo goldoniano, su cui si gioca la partita della sua resa scenica vincente…… E’ qui che infatti vince e convince la messinscena realizzata da Florian Teatro, ovvero nell’esaltazione della finzione senza mai oltrepassare però la misura del gioco, con un lavoro di regia che deve predisporre l’azione ma prontamente aver cura di mimetizzarsi, scomparire a favore degli attori…”  Paolo Verlengia

giovedì 11 e venerdì 12 dicembre ore 21.00

FLORIAN ESPACE

Biglietti:  intero  € 10 ; ridotto € 8 ; professionale € 6 (per artisti e per gli allievi delle scuole di teatro)

si consiglia la prenotazione.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *