Pescara, Teatro: Settembrata Abruzzese omaggia la coppia Villani-Crisi

Nell’ambito della manifestazione “La provincia apre le porte all’arte” in svolgimento dal 4 giugno con la doppia lettura, pittorica e teatrale, della Figlia di Iorio, la Settembrata Abruzzese vuol rendere omaggio a chi ha contrassegnato il teatro dialettale dagli anni 70 fino ad oggi: Franco Villani e Rossana Crisi, raccogliendo non solo consensi, premi, riconoscimenti vari, ma che sono riusciti a dimostrare come un teatro dialettale abruzzese di qualità possa essere possibile pur con compagnie che praticano il teatro a livello amatoriale. Villani e Crisi, regista e commediografa, hanno firmato tanti lavori di successo, hanno riscosso sempre il consenso del pubblico: sono memorabili le loro partecipazioni alle Rassegne di teatro dialettale organizzate dalla Settembrata con un pubblico che aspettava sempre l’esibizione delle loro compagnie e che riempiva il Sant’Andrea fino all’inverosimile. Domani, alle 17.30, nella sala Figlia di Iorio della Provinia, in un contesto d’eccezione, con attori e cultori del teatro come Franca Minnucci, Luigi Ciavarelli ed Antonio Luise, che reciteranno La Figlia di Iorio di G. D’Annunzio nella versione in dialetto abruzzese di Cesare De Titta, la presidente della Settembrata Abruzzese, Gabriella Serafini, tributa loro il doveroso omaggio, ma butta le basi per un confronto tra gli operatori del settore che devono portare avanti il discorso di un teatro dialettale abruzzese, che potenzialmente può raggiungere i vertici di quel teatro dialettale napoletano, ma che spesso resta sospeso tra contenuti anacronistici e funambolismi ridanciani.  Villani e Crisi racconteranno al pubblico i loro 60 anni di attività di teatro amatoriale e le battaglie combattute. In questo percorso – dice Gabriella Serafini – il prof. Gino Orsini, presidente onorario della Settembrata, ci condurrà a scoprire il bellissimo libro che raccoglie la loro esperienza.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *