Pescara, Teatro Massimo: Piano Duo & MASCOULISSE QUARTET il 5 febbraio

12° appuntamento della 50ª Stagione Concertistica 2015/2016 della Società del Teatro e della Musica

 

Venerdi 5 febbraio alle ore 21

nel Teatro Massimo di Pescara

si esibirà una insolita formazione per un insolito programma:

 

PAOLA BIONDI – DEBORA BRUNIALTI

Piano Duo

&

MASCOULISSE QUARTET

Alberto Pedretti, Emanuele Quaranta, Davide Biglieni, Stefano Belotti

tromboni

 

“Spring in Blue”

G. Palestrina Christus Factus est

H.L. Hassler Intrada

W. Lutoslawsky Paganini Variations

F. Poulenc Concerto per 2 pianoforti e 4 tromboni (arrang. Louis Sauter)

C. Debussy Trois Chansons

A. Canonici Driving back home – Golden Prayer – Paesaggio minimale – Balcanico 8

G. Gershwin Rhapsody in blue (arrang. Alberto Pedretti)

 

Le raffinate tastiere del duo pianistico Biondi-Brunialti e le campane dorate del Mascoulisse Quartet si uniscono in un concerto dinamico, spiritoso e di grande energia. In scena ci sarà una inebriante alternanza e fusione tra i due ensemble con brani che conducono in un viaggio nel tempo dalla spiritualità di Palestrina alla vitalità dirompente di Gershwin.

Paola Biondi e Debora Brunialti si formano a Genova alla scuola di Lidia Baldecchi Arcuri. Decisivi nel loro percorso formativo l’incontro e studio con Massimiliano Damerini, Alfons Kontarsky al Mozarteum di Salisburgo, Dario de Rosa e Maureen Jones alla Scuola di Musica di Fiesole, Katia Labeque all’Accademia Chigiana di Siena. Il loro repertorio spazia dalla musica classica e romantica a quella del XX secolo e dei compositori contemporanei. Hanno infatti avuto il privilegio di collaborare con Hugues Dufourt che dedica loro “Soleil de proie”, eseguito in prima esecuzione a Milano per Musica Realtà; Azio Corghi scrive per loro “It’s bis” eseguito in diretta Euroradio per i Concerti del Quirinale. Hanno suonato per i più importanti festival ed associazioni nazionali ed internazionali e in prestigiose sale tra cui il Conservatorio di Sydney e la storica Sala Rachmaninoff del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. L’incontro con Giorgio Gaslini porta alla creazione del “Peintres au cafè-sonnant” che viene eseguito alla casa del Jazz a Roma. Hanno effettuato registrazioni per la Rai. La registrazione del Concerto per due pianoforti e orchestra di F. Poulenc con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana è stata pubblicata dalla Rivista Musicale Amadeus (Febbraio 2010), e “Soleil de proie” di Hugues Dufourt con la rivista musicale Suono Sonda (marzo 2010). Con la Dynamic hanno realizzato un CD dedicato alla musica di Kurtag, Ligeti, Berio che ha ottenuto importanti riconoscimenti.

Il Mascoulisse Quartet nasce nel 2007 dall’idea di quattro giovani musicisti diplomati presso i Conservatori di Brescia e Bergamo. Molte le collaborazioni con artisti di fama internazionale (Stefan Schulz-Berliner Philharmoniker, Vincent Lepape-Teatro Regio di Torino). Oltre all’attività cameristica ha una lunga esperienza orchestrale che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo sia nel campo classico sotto la direzione di grandi direttori – fra cui Riccardo Muti, Daniel Oren, Ennio Morricone, Wayne Marshall, Youry Temirkanov – sia in quello dei grandi interpreti della musica leggera (Dalla, Milva, Bocelli, Zucchero, Elisa, Jovanotti, Branduardi). Il Quartetto ha vinto numerosi premi internazionali e ha inciso per diverse etichette discografiche.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *