Pescara, Teatro Massimo: Chaplin in Jazz l’11 marzo

Mauro Campobasso e Mauro Manzoni, dopo il recente Out To Lynch, ritornano alle origini del cinema con Charlie Chaplin.

Riprendendo la formazione in quartetto, già ampiamente rodata nel progetto dedicato a Kubrick, i due musicisti delineano un progetto in cui il linguaggio comico e visivo del primo Charlie Chaplin si fonde alle atmosfere astratte e rarefatte della loro visione musicale fino a improvvisi rock e jazz. Ciò che nasce è un progetto in cui il mondo chapliniano non viene intaccato o prevaricato dalle musiche, che tendono a sottolinearne le tematiche interiormente drammatiche e comiche al tempo stesso. L’immagine è l’obiettivo primario della sonorizzazione e la musica si pone come funzione di aiuto alla narrazione.

Questa volta, non è più un montaggio con la filologia ad esso collegata a farla da padrone, ma due corti di Charlie Chaplin; quasi due piccoli film, in cui si alternano le tematiche più disparate, dal comico al dramma, fino ad elementi di pura azione e avventura. Tra i due corti un breve ma significativo montaggio, che racconta in immagini e parole sullo schermo il modo creativo del grande maestro americano.

Venerdì 11 marzo al Teatro Massimo ore 21 Novecento e oltre Chaplin in Jazz, un progetto multimediale di MAURO CAMPOBASSO & MAURO MANZONI.

Mauro Manzoni

sassofoni, clarinetto,

flauto e percussioni

 

Mauro Campobasso

chitarra e live electronics

 

Walter Paoli

batteria, live electronics

 

Charlie Chaplin

Shoulder Arms

(Charlot soldato),1918

 

Easy Street

(La strada della paura), 1917

 

Musiche e video concept di

Mauro Campobasso

& Mauro Manzoni

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *