Pescara, tappa della reliquia del sangue di Don Orione il 21 giugno

Fa tappa anche a Pescara la reliquia del sangue di Don Orione, che sta attraversando l’Abruzzo in pellegrinaggio per i cento anni del terribile terremoto in Marsica, dove il santo fu tra i primi ad accorrere. La teca è già arrivata da Avezzano, ed è stata esposta nella chiesa dell’istituto Don Orione, in via Aterno n. 176. Nei prossimi giorni la reliquia “visiterà” anche altre parrocchie del territorio: già programmate le tappe di Spoltore (12 giugno) e alla parrocchia degli Angeli Custodi a Pescara (21 giugno), date da definire invece per le parrocchie di Moscufo e Cappelle sul Tavo.

A Pescara e provincia, il sangue di Don Orione rimarrà fino alla fine di giugno, e va a rendere ancora più intenso un periodo in cui è in programma anche l’importante convegno “Ho sempre amato l’Abruzzo”, dedicato alla figura del santo morto settantacinque anni fa, al suo legame con l’Abruzzo – come detto, fu trai i primi ad accorrere in aiuto dei terremotati della Marsica cento anni fa – e ai sessantacinque anni di presenza orionina a Pescara, di cui l’istituto di riabilitazione di via Aterno rappresenta una vera eccellenza: appuntamento al Teatro Sant’Andrea il prossimo 20 giugno, con la partecipazione di don Flavio Peloso, superiore generale dell’Opera Don Orione, e del professor Tito Forcellese, docente di Storia all’Università di Teramo.

“Siamo particolarmente fortunati – dice don Primo Coletta, direttore del don Orione di Pescara – ad accogliere il sangue del santo: egli non ci chiede alcuno sforzo, ma solo di fidarci di lui. Contemplando e pregando la sua reliquia, saremo accompagnati verso Gesù, che ringraziamo per tutti questi anni di presenza orionina nel capoluogo adriatico. Se altre parrocchie volessero ricevere questa reliquia, possono contattarci”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *