Pescara, successo di pubblico per lo spettacolo COLORI/the colors of life

Applausi per oltre 20 minuti a scena aperta, con un pubblico entusiasmato da COLORI/the colors of life, lo spettacolo scritto dal regista Beniamino Cardines, per la direzione artistica di Giovanna Finaguerra, andato in scena sabato 19 settembre presso l’Auditorium dell’Istituto Nostra Signora di Pescara.

OSPITI d’eccezione della serata, il gruppo di ballerini DIVERSAMENTE ABILI “Gli Splendidi” diretti e coreografati da Tania Tacconella, ospiti dello spettacolo dopo tante partecipazioni ed esibizioni in tutta Italia, riportando ovunque simpatia, affetto e stima per il lavoro eccezionale che la giovane coreografa teatina realizza con questi ragazzi “fuori schema” per la danza e lo spettacolo tradizionali.

Sul palcoscenico di COLORI, ad esprimersi attraverso le arti sceniche, oltre 40 giovanissimi artisti pescaresi, selezionati attraverso incontri e laboratori tenuti nelle Scuole e presso il Centro Culturale Artistic Center di Pescara, alla ricerca e per educare il talento, per mostrare quanta vivacità e creatività c’è nelle giovani generazioni. Collaborazione alle coreografie Sabrina Agostinone, voce fuori campo dell’attrice Serena Di Fabio.

Giovanna Finaguerra, presidente della Coop. La Minerva: “Felicissima di questo nuovo successo che conferma il nostro impegno da quasi 30 anni con l’Artistic Center di Pescara come Centro Culturale che cerca, attraverso la produzione e la promozione culturale di arrivare al cuore non solo dei ragazzi attori-danzatori-cantanti, ma anche del pubblico sempre attento all’autenticità delle emozioni. E, la collaborazione decennale con la Coop Sociale La Minerva non è altro che un ulteriore conferma di voler essere sempre più dentro il cuore vivo della città.”

Beniamino Cardines, regista e coreografo: “E’ proprio vero che non si tratta solo di apparire verdi, gialli, rossi, blu, arancione o neri, o bianchi. Ciò che ci viene chiesto ogni giorno, è soprattutto di essere pronti a vivere, di esserci, di rispondere alla chiamata che non ha nessuna tinta di grigio in tavolozza…la chiamata alla vita e al suo e nostro esserci plurale. L’eccezionale energia di questi ragazzi in scena ci dimostra quanto valore sociale e aggregativo c’è nelle arti sceniche e quanto sia importante la promozione verso le nuove generazioni di una cultura non solo dell’intrattenimento e dei facili consumi, ma anche del senso.”

L’evento è stato organizzato dall’Amministrazione Comunale – Assessorato al Turismo e Grandi Eventi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *