Pescara, settimana della prevenzione: resoconto evento

Si è chiusa il 20 ottobre con un grande successo di pubblico la “Settimana della prevenzione”al Porto turistico di Pescara, organizzata dalla sede locale dell’ Inail in collaborazione con moltissimi altri enti pubblici, associazioni e gruppi di volontari. <Siamo davvero molto soddisfatti – spiega Paola Durastante, direttrice dell’Inail – sia per il notevole afflusso di persone che ci hanno restituito un feed back sicuramente positivo del lavoro svolto e sia perchè abbiamo attivato una fittissima rete di partner di Enti pubblici e di privati con i quali insieme abbiamo avviato questo evento finalizzato a divulgare la prevenzione e la sicurezza sui luoghi di lavoro. Un vero e proprio trampolino di lancio per la prossima edizione>

L’iniziativa, che si inserisce nella campagna prevenzione indetta, come ogni anno, dall’Agenzia Europea per la Sicurezza di Bilbao, è stata coordinata dalla dott.ssa Lorella Gattone dell’Inail di Pescara. <Tra gli obiettivi della manifestazione – spiega – c’era quello di sensibilizzare i giovani, che sono le le future nuove leve lavorative, sui concetti di prevenzione e sicurezza. Per questo abbiamo voluto che, anche all’interno dell’organizzazione, ci fosse una folta rappresentanza di giovani: dalla psicologa Milena Micozzi che ha redatto i test agli attori dell’associazione “Per amore e per diletto” e ai tirocinanti della facoltà “Tecnico della prevenzione” della D’Annunzio di Chieti. I consensi sono stati unanimi e chi lavora nel settore della prevenzione e sicurezza si è già riproposto per eventuali, successive edizioni. Siamo orgogliosi di tutte le realtà produttive presenti all’evento alcune delle quali di livello internazionale come la Brioni>

Nell’ambito della manifestazione un ruolo particolarmente importante ha rivestito il Polo di Ricerca dell’Inail di Roma che ha presentato numerosi progetti innovativi di grande impatto sociale e rilevanza scientifica sulle biotecnologie alimentari. E non solo. <Abbiamo inoltre presentato -spiega l’ing. Luciano Di Donato, responsabile del settore Ricerca Inail di Roma – due software per l’informatizzazione delle distanze di sicurezza per i ripari fissi e le barriere immateriali e redatto undici schede tecniche di controllo rapido dei principali requisiti di sicurezza delle macchine alimentari>. Il locale settore della Ricerca sarà ulteriormente valorizzato attraverso una collaborazione sempre più stretta ed efficace con il Polo di Roma.

<Abbiamo partecipato all’iniziativa con grande entusiasmo mettendo a disposizione le nostre risorse perchè crediamo profondamente che una buona informazione sia alla base della sicurezza sul posto di lavoro. – ha concluso Roberto Chiola, presidente del Formedil – il risultato di questo sinergico impegno è stato davvero eccellente>

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *