Pescara, seconda rievocazione dello storico “Circuito di Pescara” l’11 e il 12 luglio

Pescara rievoca la Coppa Acerbo, evento promosso dalla presidenza del consiglio comunale e che dal 1924 al 1961 ha portato in città i migliori piloti e le migliori case costruttrici del mondo automobilistico di rilevanza internazionale, con punte di spettatori che hanno raggiunto anche le 200.000 presenze. I dettagli della seconda rievocazione dello storico “Circuito di Pescara”, che si terrà l’11 e il 12 luglio prossimi, sono stati forniti, questa mattina, nel corso di una conferenza dal presidente del consiglio comunale, Antonio Blasioli; dall’assessore comunale allo Sport Giuliano Diodati; Nicola Monti, presidente dell’associazione Prima Pescara; Luca Marano per il Club Pescara Corse Veteran Car e Fabio Di Pasquale, presidente dell’Old Motors Club d’Abruzzo; oltre a sostenitori e sponsor dell’evento. “Saranno due belle giornate per la città – ha detto Blasioli- con la mente che ritorna a quelle di un tempo, quando per il Circuito si raccoglievano circa 200.000 persone: c’erano alcuni che arrivavano a piedi alle svolte di Cappelle per vedere le auto che lì rallentavano. Era una città diversa dalla Pescara di oggi e questa corsa ha in un certo senso preceduto l’unione della città. Per le tante persone che affrontano la crisi di questi giorni è utile ritornare allo spirito dei pescaresi di quegli anni, che dalle macerie rimisero in corsa una città in ginocchio per la seconda guerra mondiale”. “Un Circuito storico che viene restituito alla memoria cittadina – ha sottolineato l’assessore Diodati – Sarà per questa ragione un’occasione importante e da vivere, sia per vedere dei veri e proprio gioielli vecchi e nuovi, sia per risentirli rombare in città, dove un tempo venivano accolti da migliaia di persone in attesa di veder passare i piloti”.”Si è creato un bellissimo binomio fra vecchio e nuovo – ha detto Marano – abbiamo voluto inserire nella manifestazione dei veicoli moderni per esprimere il passaggio fra vecchio e nuovo e sullo stesso circuito parteciperanno con una gara che non sarà di velocità, bensì di regolarità con dei veri e propri gioielli di altri tempi. Ci sarà la Mercedes Benz Italia, con i suoi piloti e le vetture d’epoca da 400 cavalli”. “Abbiamo coinvolto – ha evidenziato Sferrella – anche le vetrine della città. Anziché ridistribuire la mostra dentro un museo, abbiamo pensato di creare un percorso nel percorso cittadino, distribuendo le foto dentro le vetrine sulle principali vie della città” . “Anche i trofei che abbiamo scelto saranno speciali – ha illustrato Monti – sono in pietra della Maiella, perché il Circuito vuole riconfermare l’unione col territorio. Ci sarà anche un ciondolo che è un circuito in piccolo che mette in risalto i punti di Pescara, Spoltore, Cappelle e Montesilvano. “Alla gara parteciperanno anche delle pilote – ha aggiunto la presidente della Commissione Parità del Comune Tiziana Di Giampietro – Ci sarà la giornalista del Tg1 Francesca Grimaldi, pilota ufficiale di auto storiche Alfa Romeo e Porsche, oltre che collezionista di vetture d’epoca. E coglieremo l’occasione anche per ricordare le donne che furono assidue alle gare, alla quali stiamo approntando di dedicare una sezione in rosa della gara”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *