Pescara, sabato in Jazz: concerto de La Dual Band

Oggi, sabato 16 febbraio, alle ore 18.00 (ingresso libero) presso la Maison des Arts – Fondazione Pescarabruzzo (C.so Umberto I, 83), concerto de La Dual Band: Boîte à surprises.
Benedetta Borciani voce violino
Beniamino Borciani voce clarinetto, sax
Camilla Capolla voce
Lucrezia Piazzolla voce
David Remondini voce
Mario Borciani pianoforte
Anna Zapparoli mise en espace
Luigi Marzola direzione musicale

La Dual Band presenta uno spettacolo di straordinaria bellezza incentrato sulla leggerezza, sul divertimento e sul virtuosismo vocale; una cavalcata musicale-teatrale attraverso i tempi e gli stili, da Monteverdi a Paolo Conte, passando attraverso Jannacci, Rossini, Strauss, Benny Goodman, il klezmer e i Beatles. “I Borciani, come una volta i Bach, sono una famigliona straordinariamente musicale” scriveva nel 2003 il critico Lorenzo Arruga. E difatti il gruppo, fondato da Mario Borciani, pianista e compositore, e da Anna Zapparoli, attrice, cantante e regista, si è specializzata negli anni in piccoli musical da camera con una band di 4 elementi, ma è andata allargandosi in un primo tempo ai due figli Beniamino e Benedetta, e in seguito a uno straordinario gruppo di ragazzi cantori del Coro delle voci bianche della Scala di Milano innamorati del teatro. Una riproposta della compagnia all’antica italiana, insomma, dove i più giovani entrano con tutta la loro vitalità in un gioco teatrale in cui l’etica artigianale si mescola al divertimento. Nel frattempo i ragazzi sono cresciuti, le voci non sono più bianche, ma sono ancora bellissime, e la loro bravura scenica è cresciuta con loro. E su misura per loro è stato tagliato Boîte à surprises, uno spettacolo di numeri musicali dove i protagonisti imitano con “humour” gli strumenti musicali, costruendo una piccola “bomba a orologeria” in cui niente è troppo classico per non essere attualizzato e niente è troppo attuale per non essere classicizzato. Nelle ultime tournèe la compagnia ha recitato in tre lingue (italiano, inglese e francese), esibendosi con strepitoso successo a Milano, Firenze, Roma, Trieste, Londra, Avignone, Parigi ed Edimburgo. L’esibizione della Dual Band è una cavalcata musicale-teatrale attraverso i tempi e gli stili: da Monteverdi a Paolo Conte, passando attraverso Jannacci, Rossini, Strauss, Benny Goodman, la musica klezmer e i Beatles.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *