Pescara, ricerca per la cura con cellule staminali: workshop il 19 settembre

Per il secondo anno consecutivo Pescara diventa riferimento mondiale della ricerca per la cura con le cellule staminali. Studiosi internazionali si ritroveranno al Museo Vittoria Colonna, venerdì 19 settembre, dalle ore 9, per la 2° giornata scientifica su “Stem cells aging in muscle ligaments and tendon” (invecchiamento delle Cellule staminali dei muscoli, legamenti e tendini) organizzato dalla dr.ssa Anna Concetta Berardi, responsabile scientifico dell’evento, promosso dall’ISMULT, Italian Society of Muscles, Legaments and Tendons, e dall’Unità Complessa di Medicina Trasfusionale guidato dalla direttrice f.f. dr.ssa Patrizia Accorsi.

L’obiettivo del Workshop è quello di stimolare lo scambio scientifico sulle cause più probabili del processo di invecchiamento e contribuire ad alleviare, rallentare o invertire il processo di decadimento. È sempre più evidente che l’invecchiamento delle cellule staminali adulte contribuisce nell’invecchiamento degli organi (come quello muscolo scheletrico) nonché allo sviluppo di malattie. Inoltre, i meccanismi del decadimento possono contribuire al rischio di cancro, che aumenta con l’aumentare dell’età. La comprensione dei meccanismi molecolari dell’invecchiamento delle cellule staminali potrebbe essere in grado di identificare i bersagli per future terapie volte a migliorare la manutenzione di organi e la qualità della vita durante l’invecchiamento, nonché ridurre il rischio di sviluppo del cancro ad esso associato: nel caso del tessuto muscolo scheletrico, ad esempio, le cause di fratture dell’osso e rottura dei tendini. L’intento è proprio quello di promuovere nuovi approcci e scambi di carattere scientifico in questo campo della medicina in rapida evoluzione, sui quali il laboratorio di ricerca della ASL di Pescara sta puntando molte delle sue energie. Pur consapevole che si tratta di temi di ricerca non immediatamente applicabili alla terapia quotidiana, il laboratorio pescarese punta ad un lavoro scientifico d’equipe e interdisciplinare, per arrivare ad erogare in un prossimo futuro un servizio di medicina personalizzata, mirata alla peculiarità della malattia e della cura della singola persona.

L’incontro scientifico riunirà anche quest’anno i leader del settore, per lo scambio di idee con giovani ricercatori e studenti universitari.

Il Comitato Scientifico è composto dalla stessa Berardi, e da Francesco Oliva, Aurelio Muttini, Nicola Maffulli e Antonio Iacone, già direttore del Centro trasfusionale della ASL di Pescara, nonché fondatore del laboratorio di ricerca nel quale si studia il comportamento delle cellule staminali e il loro riutilizzo nella terapia di malattie del sangue e dei tessuti.

I ricercatori provengono dall’Abruzzo, dall’Italia, ma anche da Università di altre nazioni, come le ricercatrici italiane Ilaria Bellantuono (Sheffield, UK), Dada Pisconti (Liverpool, UK), Natascia Ventura (Dusseldorf, D), tutte trapiantate all’estero per motivi di ricerca e oggi chiamate in Italia per poter confrontare con le scuole italiane lo stato dell’arte nella ricerca sulle cellule staminali.

L’incontro, aperto alla partecipazione di ematologi, chirurghi ortopedici, specialisti della riabilitazione e di medicina dello sport, fisioterapisti, radiologi, biologi e veterinari, offre ai giovani della comunità medica e scientifica locale un’occasione unica di studio e di approfondimento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *