Pescara, Renato Di Carlo presenta il libro “Un sogno chiamato Italia” ediz. Tabulafati

Si terrà alle 10.30 di domani, martedi’ 4 presso la sede della Regione, in viale Bovio a Pescara (sala Blu), la conferenza stampa di presentazione del libro “Un sogno chiamato Italia” dello chef Renato Di Carlo. Un percorso in pullman attraverso l’Italia alla ricerca di tradizioni antiche e talvolta dimenticate, con tappe in ogni regione: questa l’originale cornice all’interno della quale le ricette citate da Renato Di Carlo sono soltanto uno dei fili conduttori.
Lo è parimenti la ricerca delle radici, della tradizione nella quale esse stesse affondano e di cui sono il risultato, l’intreccio.
Nella loro forma antica o rivisitate, le puntuali descrizioni delle pietanze diventano di volta in volta la soluzione e la prosecuzione di un mistero in cui vista, olfatto e gusto si mescolano alla Storia e alla memoria, per sottolineare che il viaggio è soltanto il mezzo, il fine è la conoscenza.

Lo chef Renato Di Carlo nasce ad Arielli, in provincia di Chieti, il 12 agosto 1956 da contadini abruzzesi. I suoi genitori non più in vita, Giuseppe e Delia Vitelli, per motivi economici negli anni Sessanta emigrarono in Germania. Renato con le sue tre sorelle Floriana, Bruna e Caterina (scomparsa a soli cinquantanove anni), poco più grandi di lui, furono affidati alla zia paterna Caterina che abitava con loro.
Nel novembre del 1976 lascia il paese per recarsi nella zona alberghiera di Montesilvano, in provincia di Pescara. Lì frequenta per due anni corsi di cucina presso la Scuola Alberghiera Regionale.
La voglia di migliorare e apprendere l’arte della cucina lo porta a girare il mondo (dall’Alaska a Capo Horn, fino ad arrivare in Oceania) e al nascente desiderio di raccontare tutto ciò che ha visto e appreso.
Nel 1981 si sposa con Patrizia Ciargiaglini e nascono Lorenzo e Alessio.
Il 1989 è l’anno del suo primo imbarco, grazie all’interessamento del comandante Cicolini suo concittadino, su una nave da crociera, l’Eugenio Costa allora ammiraglia della Costa Crociere.
Seguì il Costa Riviera che navigava nei Caraibi e poi tante altre navi della stessa compagnia come il Costa Classica nel suo viaggio inaugurale del 1992. Poi si imbarcò per altre compagnie, come la Princess Cruises nel 1998. Sempre nello stesso anno superò con successo il corso sulla Regal Princess: il Galley Staff Training Course, un certificato che la compagnia rilascia, dopo un attento esame, solo a chi ha i requisiti per lavorare come cuoco sulle loro navi, non solo professionalmente.
Nel 2000 si diploma come Cuoco di bordo, certificato rilasciato dal Ministero della Marina Mercantile Italiana, equivalente al grado di Sottufficiale.
Ha sempre alternato il suo lavoro a bordo e in vari ristoranti o alberghi, sia in Italia sia all’estero. Ha smesso di navigare nel 2007. Oggi abita con la sua famiglia a Silvi Marina, in provincia di Teramo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *